Dominio e resistenza finale, Brindisi si mangia la Reyer Venezia

Dominio e resistenza finale, Brindisi si mangia la Reyer Venezia

Ritorno al successo per la Happy Casa Brindisi. Dopo il crollo di Varese la squadra di Frank Vitucci si “mangia” i campioni d’Italia dell’Umana Reyer Venezia

Ritorno al successo per la Happy Casa Brindisi. Dopo il crollo di Varese la squadra di Frank Vitucci si “mangia” i campioni d’Italia dell’Umana Reyer Venezia in una gara controllata, non senza patemi, dalla palla a due. La squadra di De Raffaele, non trova continuità dopo la buona prova con Cremona, litiga dall’arco e si ritrova a -17 dopo neanche 20’ di gioco.

75-71 il finale.

[pb-game id=”420185″]

Brindisi che aggredisce subito il match con Adrian Banks, due triple e 8 punti a fine primo quarto, Venezia che tiene botta inizialmente prima del crollo a inizio secondo. 39-22 il massimo vantaggio della Happy Casa con 18’ sul cronometro, intervallo lungo che dice 41-30. 10 punti per un Raphael Gaspardo da 2/2 dall’arco e 3 rimbalzi, 9 per Banks e Zanelli con 6/10 da 3 di squadra. Venezia dà un segnale di vita solo con il parziale di 6-0 per reagire al -17, ma è 0/7 di squadra dall’arco e 10 palle perse.

Venezia prova a rientrare in un terzo quarto da 5 triple, Mitchell Watt e Austin Daye si confermano prime opzioni, e nel quarto quarto a 7’ dalla sirena il tabellone dice 62-60 con la firma di Stone e Chappell. Una giocata con canestro e fallo di Mitchell Watt porta al 66-65 con 4’ da giocare, Brindisi tiene duro fino al 75-71 della sirena.

21 per Adrian Banks.

Commenta