Alla Germani non riesce la rimonta, la Vanoli passa di misura

Alla Germani non riesce la rimonta, la Vanoli passa di misura

Nell'ultimo quarto d'ora, la Germani rimonta 21 punti di svantaggio, ma prevale la formazione di Meo Sacchetti in virtù di un primo tempo perfetto

Germani Brescia – Vanoli Cremona: 86-89

BRESCIA – Un tempo ciascuno nel derby di ritorno di questa stagione, che, come di consueto, ha infiammato il pubblico che ha gremito gli spalti al limite della loro capienza, esaltando lo spettacolo che questo sport è in grado di procurare.

Primo tempo di marca ospite, nel corso del quale la Vanoli ha giocato la partita perfetta, prevalendo praticamente in ogni situazione, specie in funzione di una elevata percentuale di realizzazione. Sotto di 21 lunghezze, al 22′ è partita la rimonta dei padroni di casa, culminata con il pareggio ad un paio di minuti dalla fine. Rimonta propiziata dalla rinuncia al pivot di ruolo, Beverly, per fare spazio ai giocatori della panchina, Sacchetti e Zerini, con cui coach Diana ha messo in campo una difesa a zona particolarmente aggressiva, che ha indotto fiducia nei suoi, esaltandoli a rimbalzo, affidandosi specialmente alle conclusioni di Abass, autore di una prova maiuscola.

Acciuffato il pareggio ad un paio di minuti dal termine, la Vanoli è riuscita a mettere a segno canestri decisivi con Ruzzier e Crawford, che le hanno consegnato la vittoria.

1° QUARTO

Avvio di gara lanciato della Germani: al 2’, 7-2.

Non si fa attendere la reazione della Vanoli: parziale di 1-12 nell’ambito di soli due minuti. 8-14

al 4’.

La tripla di Moss interrompe l’emorragia bresciana; segue altro canestro di Moss medesimo: 13-14 al 5’.

Rari gli errori offensivi da ambo le parti: la Vanoli è pressoché infallibile dall’arco dei tre punti, la Germani si affida alle prodezze di Moss e Abass. Proprio quest’ultimo, si rende protagonista di un’imperiosa percussione nell’area avversaria, conclusa con la schiacciata del 25-27. Corre il minuto numero 8.

La formazione ospite ristabilisce le distanze di sicurezza: 25-30 alla prima sirena.

2° QUARTO

Non piace l’avvio di secondo periodo dei suoi, a coach Diana: all’11’, é subito time-out.

Sei punti in fila di Saunders: 29-38 al 13’.

Tripla di Hamilton: 32-38 al 14’; scontento di alcune sbavature, coach Sacchetti ferma la partita.

Tripla di Ruzzier: 32-41 al 16’.

Beverly, prima sbaglia, ma al secondo tentativo riesce nell’intento della schiacciata; gl irispondono Mathiang e Ruzzier: 34-45, nuovo time-out Diana. E’ il 17’.

Tripla di Hamilton; gli rispondono, parimenti, Ruzzier, Diener e Stojanovic sulla sirena del 20’. Squadre al riposo sul 39-56.

Complicato, per la pur valida Brescia, reggere al 9/13 da tre della Vanoli. Tuttavia, non che la supremazia Vanoli si limiti al solo gioco esterno: alla voce “punti in area”, il tabellino scrive 16-24. Percentuale di realizzazione complessiva: 47-63. Tre giocatori con nove punti all’attivo e due con dieci. A rimbalzo, 12-18.

3° QUARTO

Al 22’, la Vanoli supera quota 20 di vantaggio: è di Mathiang l’appoggio del 41-62.

Coach Diana ricorre alla difesa a zona e rinuncia al centro di ruolo, inserendo Zerini in luogo di Beverly.

Alcuni errori da ambo le parti, poi parziale 0-6 Brescia: 47-62 al 24’. Time-out Sacchetti.

Hamilton, poi la tripla di Vitali che riaccende gli auspici del PalaLeonessa, per una Germani nettamente più determinata, specie in situazione di rimbalzo offensivo: 54-67 al 26’.

Coach Sacchetti concede riposo a Diener e Crawford; la Germani si riporta sotto: Abass realizza il 58-67.

Stojanovic si fa carico dei suoi: 58-72.

Brian Sacchetti fissa il parziale del 30’: 60-72.

4° QUARTO

Coach Sacchetti reinserisce il quintetto base, salvo Stojanovic per Saunders.

Coach Diana concede un paio di minuti di riposo a Vitali, e prosegue senza Beverly.

Abass dalla lunetta per il 64-74. Segue la tripla di Sacchetti: 67-74. Corre il 32’.

Si prosegue dall’arco: Crawford prima, Laquintana poi: 70-77 al 33’.

Personale di Saunders; ancora tripla di Sacchetti figlio: 73-78 al 34’. Time-out del padre.

Percussione di Abass: 75-78. Tripla dall’angolo di Ruzzier: 75-80. Corre il 35’.

Fallo antisportivo sanzionato a Brian Sacchetti. Un solo personale messo a segno da Ruzzier: 75-81 al 36’.

Ancora Brian Sacchetti sugli scudi: 2+1 per lui, 78-81.

Stojanovic perde palla in attacco; sul ribaltamento, Abass si guadagna due tiri liberi. Ne trasforma solo uno: 79-81 al 37’.

Diener, cadendo all’indietro, da centro area. Replica Abass. Controreplica di Aldridge. 81-85.

Numero di Moss, in appoggio rovesciato: 83-85 al 38’.

Pareggio di Abass al 39’: 85 pari.

Crawford segna il’85-87 e subisce fallo. Fallisce il libero, rimbalzo di Mathiang, servizio per Aldridge, che sbaglia.

Sul ribaltamento, Abass si guadagna l’accesso in lunetta: uno su due, 86-87.

Appoggio di Crawford da assist di Saunders: 86-89. 16’’ alla sirena finale.

Hamilton fallisce l’ultimo tentativo dall’arco. Finisce 86-89 un derby, come di consueto emozionante e autentico spettacolo di sport.

[pb-game id=”399196″]

 

Commenta