Watt infierisce sulle ferite di Avellino: il centro trascina Venezia e si candida al titolo di MVP

Watt infierisce sulle ferite di Avellino: il centro trascina Venezia e si candida al titolo di MVP

L’Umana Reyer Venezia domina nonostante gli acciacchi di Tonut, Haynes e Mazzola, il centro firma l’ennesima prestazione di una stagione monumentale. Massimo in carriera per Campogrande

Quarta vittoria in fila per Umana Reyer Venezia, autoritaria contro una Sidigas Avellino messa sotto dal primo quarto. Un passo in avanti che irrobustisce il secondo posto in classifica per gli uomini di Walter De Raffaele, reduci da una settimana non semplice con Stefano Tonut, Valerio Mazzola e MarQuez Haynes acciaccati.

Uno stop che non complica più di tanto la classifica della Sidigas Avellino, con coach Vucinic frenato dai “soliti” problemi di spogliatoio, Demetris Nichols nei 12 solo per onore di firma, e i vari Hamady N’Diaye , Patric Young e Ariel Filloy non convocati. Caleb Green si sblocca solo nel terzo quarto, Keifer Sykes non è fattore, Campogrande tocca il massimo in carriera ma è allora l’ennesima domenica “reale” di Mitchel Watt: è lui il grande favorito al titolo di MVP stagionale in LBA?

I TOP E I FLOP DI SPORTANDO

Top Mitchell Watt ( Umana Reyer Venezia ) – 27 punti con 11/13 da 2, 1/1 da 3, 2/2 ai liberi, 9 rimbalzi e 33 di valutazione.

Flop Caleb Green ( Sidigas Avellino ) – Si sblocca solo dopo 24’ di gara, chiude con 14 punti ma 2/12 al tiro e 9/11 ai liberi. Comunque 8 rimbalzi e 9 falli subiti.

[pb-game id=”399172″]

4° QUARTO

Si ferma l’attacco di Avellino, 0-4 in 3’ e padroni di casa che toccano il 66-50, +16 di massimo vantaggio. A 3.55 Austin Daye firma la tripla dall’agolo per il 72-56 che manda i titoli di coda con largo anticipo.

3° QUARTO

Si sblocca dopo 24’ di gioco, e 0/5 al tiro, Caleb Green in casa Sidigas Avellino, mentre Demetris Nichols è chiaramente nei 12 solo per chiudere il roster di coach Vucinic. Padroni di casa sempre in controllo, anche perchè Mitchell Watt sale a 23 punti con 9/11 da 2 e 1/1 da 3. Campogrande, toccato il 12esimo punti con 3/3 da 2 sale al suo massimo in carriera in LBA, mentre sono Harper e Udanoh più di Green e Sykes a garantire un disavanzo sotto la doppia cifra. Venezia inizia a segnare dall’arco, 5/19 di squadra, 62-50 a fine terzo quarto.

2° QUARTO

Umana Reyer Venezia a lungo in controllo, con un Mitchell Watt da 18 punti con 8/10 al tiro e 4 rimbalzi. Arriva anche il +13 a metà quarto, poi rientro finale di Avellino con 10 di un clamoroso Campogrande, 2/2 da 2 e 2/4 da 3. 7 per Harper: 41-32 a fine primo tempo. Padroni di casa penalizzati dall’1/8 dall’arco, 5/16 per gli ospiti.

1° QUARTO

Padroni di casa che recuperano gli acciaccati Tonut, Haynes e Mazzo,a e chiudono il primo quarto avanti 22-17 con 6 punti di Watt, 5 del capitano. Ospiti con Nichols nei 12 ma senza Filloy e Ndiaye oltre a Youg. 5 punti di Sykes e 5 di un Campogrande da 3 rimbalzi.

Commenta