Scola di un altro pianeta, l’Argentina domina la Francia 80-66 ed è finale mondiale

Scola di un altro pianeta, l’Argentina domina la Francia 80-66 ed è finale mondiale

Il veterano chiude una gara stellare con 28+13 e guida l'Argentina alla finale mondiale contro una spenta Francia

Dopo aver eliminato le favorite Serbia ed USA si sfidano a Pechino Argentina e Francia, per un posto in finale.

Palla a due ore 14:00 italiane

Al primo canestro del match di Ntilikina risponde Scola, canestro e libero aggiuntivo in coast-to-coast. Delia stoppa Gobert e l’eterno centro Argentino si ripete alla stessa maniera subito dopo, 10-2 la buona partenza degli uomini in maglia bianca con tripla di Campazzo ed un’altra giocata del lungo degli Shanghai Sharks. Labeyrie sblocca la Francia dopo il timeout ed anche De Colo entra bene in partita, con gli avversari però sempre avanti 14-9 merito della stupenda giocata con finta di Facu. Labeyrie segna la seconda tripla personale, Scola spalle a canestro fa ancora 2+1 ma risponde dall’altra parte Fournier con il primo canestro della sua gara. Deck lavora bene sotto canestro, inchioda la schiacciata ed è 21-18 al termine del primo quarto.
Vildoza realizza, Labeyrie corregge in tap-in la tripla (forse comunque dentro) di Fournier e la Francia opera il sorpasso, trascinata dall’ala dei Magic e dalle giocate di De Colo (bellissimo assist per Lessort). Delia appoggia da sotto ma non completa la giocata da tre punti, Batum non trova la mira dalla distanza e con Laprovittola-Deck è 31-24 Argentino, timeout per coach Collet. Scola di esperienza fa soffrire enormemente Gobert, con qualche libero i Francesi provano a riavvicinarsi ma Brussino in correzione a rimbalzo segna il +6 del 18′. Fournier ci prova, Campazzo risponde con la bomba sulla sirena ed è 39-32 all’intervallo lungo.

Con i punti dalla lunetta la squadra di Hernandez raggiunge il +9, Albicy segna dall’arco e dopo due cross dell’attacco Francese è Vildoza a punire, 45-35 in avvio di secondo tempo. Batum si sblocca, Scola spara da lontano e dopo la schiacciata sbagliata da Gobert il divario si allarga, +14 al minuto 25. L’Argentina recupera due palloni consecutivi, Fournier torna a segnare ma Deck risponde, 55-40 con la tripla del giocatore del Real. Scola di pura astuzia guadagna un giro gratis in lunetta, Ntilikina reagisce con la tripla ma Campazzo risponde a tono, +14 a tabellone con l’ala di Orlando a commettere un banale fallo in attacco. Dopo il minuto di sospensione la Francia concede due rimbalzi offensivi, dagli avversari non capitalizzati, e non riesce ad avvicinarsi ulteriormente, 60-48 ad un quarto dal termine della seconda semifinale.
M’Baye in uscita dai blocchi riporta i suoi sotto la doppia cifra di svantaggio, Laprovittola risponde sempre dall’arco ma Gobert inchioda il -8, con Scola che dall’altra parte appoggia sull’assist del play ex Badalona. La Francia spreca 4 giri in lunetta su 6, recupera caparbiamente palla ma fa davvero fatica in attacco, 57-67 sotto a metà dell’ultimo periodo. Deck e Scola provano a piazzare l’affondo finale, due triple in fila del veterano valgono il nuovo +15 con poco più di 2 minuti alla fine del match. Fournier non si arrende, l’Argentina non si ferma più e con uno Scola dominante è netto successo sulla Francia: 80-66 il finale e sarà finale mondiale con la Spagna!

Argentina: Brussino 2, Campazzo 12, Deck 13, Delia 6, Gallizzi 2, Laprovittola 7, Scola 28, Vildoza 10

Francia: Albicy 3, Batum 3, De Colo 11, Fournier 16, Gobert 3, Labeyrie 8, Lessort 2, M’Baye 4, Ntilikina 16,

Commenta