Sassari, Spissu: “Sogno una palla da basket e una canna da pesca”

Sassari, Spissu: “Sogno una palla da basket e una canna da pesca”

Il play della Dinamo è in quarantena da dopo il ritorno dalla trasferta di Champions League in Spagna.

Dalla quarantena per il Coronavirus arrivano anche le parole di Marco Spissu, in isolamento come tutti i giocatori della Dinamo Sassari in seguito al ritorno in Italia dopo la trasferta di Champions League contro il Burgos.

Le parole del play, che ieri ha intrattenuto un Q&A su Instagram con i tifosi sul profilo della Dinamo e riportate da La Nuova: “Sono solo a casa, come tutti gli italiani sto combattendo con la noia e con il tempo che scorre lento. Noi giocatori siamo abituati a correre, a sudare, ad allenarci tutti i giorni. Tra l’altro a casa non ho neppure una palla da ba­sket e forse è un bene. Per come sono fatto, passerei le giornate a palleggiare e i vicini chiamereb­bero i carabinieri… (…) Ultima­mente mi stavo appassionando alla pesca e andare al mare sarà una delle prime cose che farò al­la fine di questo incubo”.

Fonte: La Nuova.

Commenta