Sacchetti: ‘Contenti di quanto fatto, ora la Serbia senza timore’

Sacchetti: ‘Contenti di quanto fatto, ora la Serbia senza timore’

Le parole del coach Italbasket dopo il successo con l'Angola

Sala stampa nel post partita di Italia vs Angola, commenta così il netto successo coach Sacchetti: “Il secondo quarto è quello che ha cambiato la nostra partita, specialmente in difesa. Non abbiamo tirato sempre bene ma alla fine abbiamo raggiunto i nostri obiettivi partita stasera. La prossima sarà sicuramente una partita dura, lo sappiamo. Abbiamo fatto ad oggi il minimo sindacale, siamo comunque contenti di questo visto che siamo arrivati qui non nella miglior situazione, sopratutto di testa, c’era un po’di tensione. Queste prove ci sono comunque servite, sopratutto ai ragazzi per migliorare la comunicazione. Pensiamo di poter fare meglio di quanto fatto ad Atene, siamo più preparati ed allenati, servirà una partita con meno errori possibile, sono più bravi di noi e lo sappiamo. Contro i migliori, a parità di impegno ed intensità, vincono sempre i migliori, dobbiamo quindi dare qualcosa di più. Serve una gara concentrata ma anche sfacciata, senza timore e senza pensare a chi ci sarà dopo, è ancora presto. Non mi è piaciuto qualche atteggiamento ‘da stella’nel finale per questo ho chiamato timeout, non possiamo permettercelo. Mi è piaciuto invece molto l’impegno nell’arco di tutta la gara, anche quando eravamo largamente avanti. Alessandro sta bene, ha solamente un cerotto dopo la rissa nel finale di gara. Stasera contento della prestazione di Brooks, anche Gigi che nel secondo tempo ha avuto un buon momento e Gallo che lavora bene anche oltre i punti a referto, per niente egoista mettendosi sempre a disposizione”.

Anche Marco Belinelli spende due parole sul successo e sulla Serbia: “Penso che abbiamo approcciato la gara nel modo giusto, in attacco ed in difesa, questo ci ha permesso di vincere stasera. Abbiamo migliorato la nostra prestazione nel secondo quarto dopo un primo quarto così così, ora testa alla prossima partita. Dobbiamo giocare di squadra per fare di tutto per vincere contro una squadra fortissima come la Serbia, preparando al meglio la partita per mettere in campo al meglio il nostro basket”.

Commenta