Sacchetti: Con l’Italia un colpo di fulmine. Dei giocatori rimasti fuori parlerò a suo tempo

Sacchetti: Con l’Italia un colpo di fulmine. Dei giocatori rimasti fuori parlerò a suo tempo

Il coach di Italbasket: Non è una sorpresa, ma voglio sottolineare le grandi partite di Della Valle all'inizio delle finestre

Lunga intervista per Meo Sacchetti, coach di Italbasket e Vanoli Cremona, a La Gazzetta dello Sport.

SULLA NAZIONALE

«Dopo il Triplete con Sassari ci speravo. Ma poi è venuto Messina e ho pensato che il treno buono fosse ormai passato. Quando mi ha chiamato proprio Ettore per chiedermi se mi interessava l’incarico di et. non ci speravo più. Perciò lo considero un colpo di fulmine».

SUI GIOCATORI CHE PIU’ LO HANNO SORPRESO

«Non è una sorpresa, ma voglio sottolineare le grandi partite di Della Valle all’inizio delle finestre. Ci ha dato tanto attacco e continuità. Dopo Amedeo cito anche Abass».

SULLE POLEMICHE CON I GIOCATORI NBA ED EUROLEAGUE

«Me le aspettavo, un pò mi hanno disturbato. Ho già detto che dei giocatori rimasti fuori parlerò a suo tempo. Adesso godiamoci questo momento. Abbiamo ancora la partita con la Lituania. Poi lasciatemi staccare un week-end. Peraltro, Datome e Melli quando sono venuti ci hanno dato una bella mano».

Commenta