Sacchetti: ‘Arrivati stanchi, ci avevamo creduto. Le responsabilità non sono dei singoli’

Sacchetti: ‘Arrivati stanchi, ci avevamo creduto. Le responsabilità non sono dei singoli’

Il coach della nazionale dopo Italia-Spagna

Il coach Italbasket dopo la sconfitta contro la Spagna che significa eliminazione dal mondiale: “E’stata dura, ci avevamo creduto dopo la bella partenza. Abbiamo sofferto i primi minuti dell’ultimo quarto, tante difficoltà in attacco provocate dalla loro pressione. Abbiamo recuperato ma nel finale non siamo stati bravi in attacco, dove siamo andati in difficoltà con qualche scelta sbagliata. Indubbiamente abbiamo fatto poco canestro stasera. Il basket è questo, loro sono una grande squadra ed hanno vinto, hanno vinto i migliori. Belinelli? Lui è un tiratore, a volte i tiratori segnano e a volte no, questa è la storia di tutti i giocatori come lui. Quando si perde le responsabilità non sono mai del singolo, che sia chiaro. Siamo forse arrivati stanchi e meno lucidi a questo momento, poco cinici, la squadra ha fatto tutto quello che poteva in questo cammino mondiale, nonostante qualche limite che sappiamo di avere. Arbitri? Non ne parlo mai e non lo farò stasera. L’orizzonte è l’Olimpiade, intanto ci saremo per il preolimpico e questo è un traguardo importante”.

Commenta