Romeo Sacchetti: ‘Avremmo potuto vincere nel finale, ma sarebbe stato un mezzo furto’

Romeo Sacchetti: ‘Avremmo potuto vincere nel finale, ma sarebbe stato un mezzo furto’

La consueta analisi della gara obiettiva e sportiva del coach Vanoli

L’analisi della partita, contraddistinta dalle consuete sportività ed obiettività, da parte di coach Meo Sacchetti:

“Una partita in cui abbiamo subìto tantissimo nel primo quarto; abbiamo ripreso la partita tre/quattro volte, ma non siamo mai riusciti a mettere la testa avanti. Abbiamo avuto più volte la palla del pareggio, ma non l’abbiamo mai sfruttata. Alla luce di tutto ciò, è brutto dirlo, ma è giusto così. E’brutto dirlo perché i miei giocatori hanno prodotto uno sforzo immane. Avremmo potuto portarla via alla fine, ma sarebbe stato un mezzo furto.

Mi fa strano che una squadra come la mia abbia giocato i primi minuti con paura.

Quanto alle ultime due azioni (contestazioni per presunti falli non sanzionati alla difesa varesina), non ho visto, ero dalla parte opposta; poi ce n’erano tre di arbitri. Non c’è da trovare scuse sull’ultima azione. Noi abbiamo sbagliato tante di quelle cose nel primo quarto, a fronte delle quali non possiamo attaccarci ad una decisione dubbia degli arbitri nel finale. Nel primo quarto, noi eravamo addormentati, loro ci hanno chiuso tutte le linee di passaggio. Eravamo preparati che avrebbero chiuso l’area, ma non abbiamo approfittato degli spazi sulle linee esterne.

Una squadra che non è un collettivo, non riesce a recuperare la partita tre/quattro volte, ragione per cui i miei giocatori meritano una lode. D’altra parte, dobbiamo crescere e diventare più cinici.

Certamente oggi Demps è stato un fattore importante, ci siamo attaccati a lui in più di una circostanza. E’un ragazzo che si allena sempre con grande applicazione: a differenza di altre occasioni, oggi ha fatto canestro”.

Commenta