Roma torna alla vittoria: 82-72 su Trieste

Roma torna alla vittoria: 82-72 su Trieste

Prestazioni eccellenti da parte di Davon Jefferson e Jerome Dyson, entrambi in doppia-doppia.

Missione compiuta per Roma che batte Trieste per 82-72 in una gara in cui gli sforzi dei padroni di casa sono stati ricompensati da buone performance dall’arco (10/26, 38%) e dal controllo dei tabelloni (43-36 il confronto nei rimbalzi catturati). Per i romani, da sottolineare in primis le prove dominanti degli americani Davon Jefferson (21 punti, 9 rmbalzi) e Jerome Dyson (19 punti, 10 assist). Amar Alibegovic si è fatto sentire a rimbalzo (13 carambole, oltre a 9 punti) e Tomas Kyzlink (15 punti) si è segnalato in positivo con due triple importanti nel terzo quarto. A Trieste non basta la doppia-doppia di Akil Mitchell (14 punti, 15 rimbalzi).

Trieste tenta l’allungo sul finire del primo quarto con due belle giocate piene di atletismo da parte di Mitchell e Jones (18-13 Trieste, 2:50). Dopo il timeout di Bucchi, l’inerzia biancorossa svanisce in pochi secondi: Roma fa malissimo quando spinge sull’acceleratore e Dyson si segnala in positivo sia nell’innescare che nel concludere, per poi chiudere il quarto con una tripla sulla sirena da distanza siderale (27-22 Roma).

All’inizio del secondo quarto, i padroni di casa riprendono il discorso da dove l’avevano lasciato, ossia con due triple (Alibegovic e poi Dyson) nel primo minuto di gioco. Roma mette le mani sulla partita in maniera saldissima e Trieste non trova soluzioni di sorta per arginare gli avversari. Jefferson offre uno degli highlight di giornata con una schiacciata prepotente sulla testa di Peric e, alcuni minuti dopo, anche Moore si unisce alla festa con la tripla del 43-27 (4:18). I triestini, a quel punto, riescono a reagire: si va poi negli spogliatoi sul 45-35.

Al rientro in campo, gli ospiti trovano ottime soluzioni puntando il canestro e si riportano sotto in maniera molto pericolosa dopo due incursioni di Mitchell e Jones (47-44, 6:56). Dopo il timeout, Roma risponde subito al momento di difficoltà: due triple di Kyzlink, servito da Dyson, la riportano sulla doppia cifra di vantaggio (55-44, 5:17). Da lì in poi la partita è in discesa per Roma e Jefferson – enorme, costante problema per Trieste lungo tutta la gara – continua a trovare canestri in più modi. Un suo jumper vale il nuovo massimo vantaggio (+17). La frazione termina sul 65-54.

Nel quarto finale i capitolini tengono la gara su binari simili a quelli dei minuti precedenti: non c’è poi troppo da segnalare, oltre a un problema tecnico con uno dei due cronometri dei 24″ che mette in ghiaccio la gara per parecchi minuti sul 77-62 Roma (3:53). La Virtus sembra spesso sul punto di poter chiudere la partita con un margine molto ampio ma, in un modo o in un altro, Trieste riesce sempre a tenersi abbastanza in scia da non poter far abbassare la guardia ai padroni di casa. Dopo il -9 siglato da Mitchell (1:17), i canestri di Jefferson e Dyson per Roma fissano il punteggio finale sul 82-72.

Commenta