Roma è devastante nel quarto finale, successo in casa di Trento

Roma è devastante nel quarto finale, successo in casa di Trento

Una partita pazza con Trento avanti di 7 punti dopo 30 minuti. Nel quarto periodo un parziale devastante di 18-0 della Virtus Roma è letale per l'Aquila.

L’Aquila Trento, dopo la bella vittoria in EuroCup in Polonia con Arka Gdynia, cade in casa contro la Virtus Roma. Una partita sostanzialmente sempre in controllo da parte della Dolomiti nei primi 30 minuti di gioco e poi un crollo clamoroso nel quarto periodo con un pesantissimo parziale di 18-0 con Dyson in versione extra lusso. La point guard americana chiude con 23 punti 12 dei quali negli ultimi 10 minuti. Trento rimane ferma a 5 vinte e 7 perse. La Virtus Roma vola con un record di 7 vinte e 6 perse.
82-88 il finale.

1° QUARTO
Coach Brienza parte con questo starting five: Craft, Blackmon, Alessandro Gentile, Mezzanotte e Knox. Dall’altra parte Bucchi schiera: Dyson, Kyzlink, Buford, Alibegovic e Jefferson.
Ottimo avvio di gara dei padroni di casa dell’Aquila subito avanti 13-7 dopo 3 minuti di gioco spinti dal solito Ale Gentile, ma la Virtus Roma reagisce affidandosi all’asse Dyson/Jefferson 20-19 al 7’. Buford, con un “runner” da centro area, impatta sul pari 23; gli uomini di Bucchi passano, per la prima e unica volta, in vantaggio, con un canestro ancora di Jefferson. La Dolomiti rimette la testa avanti con Mian e Pascolo, ma Dyson, con una bomba allo scadere, sigla il canestro del 30 pari che chiude la prima frazione.
2° QUARTO
I bianconeri corrono il campo e allungano con Toto Forray, King e Craft sul +8 41-33 al 14’. Coach Bucchi accenna ad una match-up per cercare di arginare le folate offensive dell’Aquila senza ottenere grandi risultati, Dolomiti avanti di 9 lunghezze, 44-35 al 27’con il canestro di Blackmon. I giallorossi hanno un sussulto che produce un parziale di 5-0 riavvicinandosi velocemente all’avversario; ci pensano Gentile e il solito Blackmon ad allungare nuovamente. I primi 20 minuti terminano 52-47.
3° QUARTO
Si rientra dall’intervallo lungo con la Dolomiti che in un amen si porta sul 59-47 con la tripla in punta di capitan Forray; Roma torna a segnare con Buford, subito dopo Craft commette il quarto fallo. Le troppe palle perse dei padroni di casa permettono alla Virtus Roma di rientrare sino al -6. Nel finale di periodo James Blackmon piazza una tripla dal parcheggio di via Fersina che vale il 67-60 dopo 3/4 di gara.
4° QUARTO
La partita cambia all’improvviso; in poco più di 5 minuti arriva un parziale di 18-0 per Roma con un Dyson spaziale 67-78; Trento scrive virgola per tutti i primi 5 minuti e mezzo di gioco. È Justin Knox, per i bianconeri, a rompere il break con un canestro da sotto.
La garra di Forray unita alle capacità di tiro dalla distanza di Blackmon ridanno ancora speranze ai padroni di casa, 75-82 a 2’21” dalla sirena finale, ma l’affondata di Jefferson di fatto chiude la contesa. Finisce 82-88.

Commenta