Rob Pelinka crede che i front office debbano trattare le superstar come si trattano i propri partner

Pelinka ha avuto centinaia di telefonate con LeBron e Davis dal giorno della trade per l'ex Pelicans

Rob Pelinka, GM dei Los Angeles Lakers, pensa che le superstar debbano essere trattate come si trattano i propri partner.

“Ci sentivamo spesso durante il mercato con Rob che mi chiedeva cosa ne pensassi di questo o quel giocatore” ha detto Anthony Davis. “Sembrava una fidanzata che faceva dello stalking. Era un agente quindi ha vissuto nei due mondi diversi. Sta come far funzionare le cose con i giocatori e come tenerli coinvolti. Ed ha cercato di rendere sia me che LeBron molto partecipi delle decisioni della franchigia. Durante la free agency ricevevo costanti messaggi che mi aggiornavano su come stessero andando le cose” ha aggiunto l’ex Pelicans. “Non sono mai stato coinvolto così tanto nelle decisioni. Ero quasi giunto al punto di dire ‘Rob, basta telefonarmi’”.

Pelinka crede molto nell’avere un approccio come quello che sia ha con i partner con le stelle NBA. Dalla trade per Davis, Pelinka ha detto di aver avuto centinaia di telefonate a tre con LBJ e Davis.

 

“Quando un giocatore come LeBron decide di credere in una franchigia, penso da parte della franchigia stessa debba esserci la stessa fiducia. Il fargli capire ‘Stiamo cercando di fare di tutto per farti vincere altri titoli’. Perché alla fine è questo l’obiettivo”.

Fonte: ESPN.

Commenta