Repesa: ‘Io a Milano? Orgoglioso di quanto fatto, avrei però voluto fare meglio’

Courtesy of Getty Images

Courtesy of Getty Images

Il grande ex di giornata commenta l'esordio sulla panchina di Podgorica ed il suo passato all'Olimpia

Il coach del Buducnost analizza la sconfitta di Milano ed il suo passato all’Olimpia: “Prima di tutto è un piacere tornare qui dopo tanto tempo. Per quanto riguarda la gara si è visto come è iniziata, è stato subito difficile per noi reggere il confronto con loro che hanno corso bene e segnato tanto da lontano, segnando e spaccando la partita. Qualche nostro rientro non perfetto in difesa ha permesso loro di prendere tiri ad alta percentuale che ci hanno punito. Difficile giocare qui contro di loro a questo livello. Sono arrivato da poco, ci siamo allenati solo 2 volte e nei prossimi giorni speriamo di poter migliorare, tecnicamente ma anche recuperando la condizione fisica per affrontare al meglio la doppia competizione ABA Liga-EuroLeague. Cercheremo di lavorare e migliorare, di reagire dopo questa partita.
Sono orgoglioso per quanto fatto qui a Milano, ma anche deluso perché avrei voluto fare meglio, per com’è finita l’ultima stagione, con mille problemi e tanti infortuni vedi Dragic e Simon. La vita è così, non sempre le cose vanno come vogliamo, io e lo staff avremmo sicuramente voluto fare meglio. Mai detto nulla contro questa società, infatti oggi ho avuto un’ottima accoglienza da parte di tutti, con i rapporti che rimangono sempre positivi. I miei rimpianti? Sicuramente due giocatori come Melli e Datome che non sono riuscito ad avere qui, mi è anche dispiaciuto per com’è finita con Alessandro Gentile, anche perché nessuno vince senza giocatori domestici, lo dico da sempre”.

Commenta