Muro bianconero: la Virtus batte Bayreuth al PalaDozza 74-67

Muro bianconero: la Virtus batte Bayreuth al PalaDozza 74-67

La Virtus rimane imbattuta in BCL, Bayreuth non sa vincere

Non vuole saperne di perdere in Basketball Champions League la Virtus Bologna che al PalaDozza vince 74-67, rimanendo così imbattuta, contro la formazione tedesca di Bayreuth. Quest’ultima subisce invece la quarta sconfitta in coppa e rimane nei bassifondi del girone. Migliori in campo Kelvin Martin (11 pts+8 reb) e Hassan Martin (10 pts+8 reb).

Il primo canestro della partita è del Bayreuth, che grazie a Martin trovano subito due punti. Dall’altro lato, Aradori e M’Baye realizzano entrambi dalla stessa distanza, ma l’appoggio al vetro di Stockton ristabilisce la parità. La Virtus in attacco trova buone soluzioni, con Kravic che dal pitturato porta in casa bianconera 6 punti consecutivi. Anche il pivot della formazione tedesca si da molto da fare e tiene i suoi vicini 13-8 (dopo 5′). Un buon apporto da parte di tutti i componenti del quintetto consente al Bayreuth di rimanere sempre a una manciata di punti. Un mini-break di 5-0 per la squadra di coach Korner negli ultimi minuti della prima frazione e trascorsi 10’ è perfetta parità sul 19-19. Nessun tiro dalla lunga distanza, 0/7 totale.

Nel secondo quarto sale in cattedra David Cournooh e le Vu Nere sembrano trarne beneficio dall’organizzazione del gioco: 6-0 di parziale ed è 25-19 in 3’. Robertson sblocca gli ospiti, che non segnavano da 4’, con la prima tripla del match, poi sigla con un lay-up il 25-24. Anche Bologna si “sgela” dai tre punti grazie a Punter, ma sono comunque tanti gli errori dall’arco. La seconda frazione termina, con un punteggio abbastanza basso, 34-31 in favore della compagine di Pino Sacripanti.

Il secondo tempo si apre con un canestro da due punti di Taylor. Bayreuth rifilando un parziale di 9-0 (5 di Stockton) prende le redini del match salendo 36-40, ma ancora il numero 7 bianconero realizza, questa volta però dai 6.75 metri. Anche Baldi Rossi, dopo aver evitato una palla persa, spara da tre riportando Bologna 42-40 a 4’ dall’inizio. Thomas impatta, ma Punter ne infila altri due (44-44) e Korner chiama timeout. Gli effetti del minuto sono tutt’altro che positivi, perché a trarne profitto è la Virtus. Martin e Baldi Rossi infliggono un 7-0 e i padroni di casa salgono 51-44. Meisner e Doreth intervengono subito realizzando in rapida sequenza dalla lunga distanza e, al termine della terza frazione, Cappelletti appoggia il +2 interno. Si va all’ultimo quarto sul 53-51.

Polveri un po’ bagnate, punteggio che rimane invariato per 1’ e 50”. Meisner e Robertson mandano a bersaglio due “bombe”, ma Bologna seppur con qualche difficoltà impatta 59-59 a metà. Martin (sponda Virtus) è un tuttofare e la sua tripla dall’angolo si traduce in sorpasso Virtus. Kravic affonda una schiacciata con la destra e infiamma il pubblico del Paladozza, 64-59 a 4’ dal termine. Manca un giro di orologio, i bianconeri hanno un buon margine di vantaggio (71-65), ma qualche errore di troppo rischia di far riavvicinare i tedeschi. La tripla di M’Baye chiude definitivamente i giochi, termina 74-67.

[pb-game id=”406368″]

Commenta