Prima Shved poi Booker e il Khimki doma la resistenza dello Zenit

Courtesy of Getty Images

Courtesy of Getty Images

Doppio strappo della squadra di Kurtinaitis, ai padroni di casa non basta un super Hollins

Dopo il passo falso di Belgrado, il Khimki Moscow Region torna a sorridere. Espugnato il campo dello Zenit St. Petersburg 73-87 in una gara di fatto sempre condotta dai ragazzi di Kurtinaitis.

 

Avvio equilibrato e all’insegno delle percentuali altissime. Attacchi meglio delle difese, poi lo strappo dato dal solito Alexey Shved: 17 punti nel solo primo tempo (saranno 19 a fine gara) con due bombe da distanza siderale e dall’angolo che scavano il primo solco.

 

Lo Zenit, dal canto suo, ribatte con la super prestazione di Austin Hollins: 25 punti pur con qualche forzatura di troppo da tre punti (5/14) ma unico azzurro  in doppia cifra. Zenit fino al -2 (58-60) ma senza mai riuscire a mettere la testa avanti. Così secondo strappo Khimki: il career-high di Devin Booker (20 punti e 9/14 dal campo con 7 rimbalzi) permette l’allungo decisivo che vale il ritorno alla vittoria.

 

Euroleague 2019-2020 - 07 Novembre 2019, 18:00
Zenit St. Petersburg 73 87 Khimki Moscow Region
Vai al boxscore

Commenta