Pre-Qualificazioni agli Europei 2021, la situazione dopo quattro turni

Pre-Qualificazioni agli Europei 2021, la situazione dopo quattro turni

Nessuna squadra ancora qualificata di diritto, in difficoltà la Svizzera di Capela.

Mancano due partite alla fine delle pre-qualificazioni agli Europei 2021, con i quattro gironi da 3 squadre che assegnano gli ultimi quattro posti per giocarsi, dal prossimo febbraio, l’accesso al prossimo Eurobasket.

Nel gruppo E è certa l’eliminazione dell’Albania, con la qualificazione che sarà un affaire tra Danimarca e Bielorussia: favoriti i danesi, vittoriosi di 3 punti a Minsk e in casa domani contro i bielorussi, un successo li qualificherebbe al girone con Belgio, Repubblica Ceca (già qualificata di diritto) e Lituania.

Situazione abbastanza chiara nel gruppo F, dove oltre a Cipro già eliminata è favorita la Romania. I rumeni dovranno difendere il +17 dell’andata mercoledì a Bratislava contro la Slovacchia, a patto di cogliere un successo contro i già eliminati ciprioti. La vincitrice del girone accederà al gruppo con Spagna, Polonia e Israele.

Nel gruppo G è predominio Gran Bretagna, che può centrare la qualificazione domani sera a Manchester contro il Kosovo. In caso di ko, toccherà difendere mercoledì il +17 dell’andata in trasferta contro il Lussemburgo. La vincente poi se la vedrà con Francia, Montenegro e la già qualificata Germania.

Grande equilibrio nel gruppo H, dove la Svizzera di Clint Capela ha buttato via una grande occasione perdendo malamente in Portogallo, col +16 dei lusitani che ha annullato il +5 elvetico dell’andata. Per qualificarsi al girone con Finlandia, Serbia e la già qualificata Georgia occorrerà un largo successo mercoledì sull’Islanda, ma potrebbe non bastare: in caso di successo domani a Reykjavik del Portogallo, questo sarebbe qualificato matematicamente.

Commenta