NanoPress

Poderosa, parla il GM Bolognesi: E’ stato un anno fantastico per la società

Poderosa, parla il GM Bolognesi: E’ stato un anno fantastico per la società

Le parole del GM della Poderosa Pallacanestro Montegranaro

La febbre l’ha costretto a casa impedendogli di vivere appieno la gioia per un traguardo storico del quale è stato artefice fondamentale. Ma il general manager gialloblu Alessandro Bolognesi ora non può che lasciar venire fuori tutta la sua gioia per la qualificazione alle Coppa Italia di Serie A2, coronamento di un 2018 irripetibile.

«E’stato un anno fantastico per la nostra società. La stagione scorsa abbiamo centrato i playoff, superando il primo turno ed imponendo a Trieste l’unica sconfitta di tutta la sua post season. Un risultato straordinario e per questo ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito a raggiungerlo. Questa estate, poi, siamo ripartiti con una nuova sfida: quella di cambiare per provare a fare un passettino in più, nonostante il nostro budget sia inferiore a quello di molte altre realtà di questo campionato. Sapevamo che sarebbe stato difficile e invece abbiamo iniziato con il piglio giusto ed è una cosa che ci inorgoglisce tantissimo perché è difficilissimo trovare una squadra non di prima fascia che riesce a ripetersi per due anni di fila».

La Coppa Italia è un po’un premio per questo 2018.

«Lo scorso anno abbiamo chiuso il girone di andata a 20 punti, restando fuori dalla coppa solo per differenza canestri in favore di Ravenna e Udine. Quest’anno abbiamo raccolto 22 punti e siamo dentro. Questi due punti in più sembrano poca cosa, ma rappresentano proprio quel passettino in più che speravamo di fare. Non era per nulla scontato farlo e sapevamo che andare oltre il risultato straordinario di 12 mesi fa sarebbe stato molto difficile. Ma eravamo convinti delle nostre qualità quando abbiamo assemblato questa squadra e quindi fiduciosi di avere le carte in regola per provare a farlo quel passettino. La Coppa Italia era un sogno: averlo realizzato è fantastico e ringrazio tutta la squadra, lo staff tecnico e la società per il lavoro che ha portato a questo risultato».

Continuare a vincere pur cambiando tanto non è per nulla scontato.

«Sono strasoddisfatto del rendimento di tutti. Tutti e dieci i nostri giocatori hanno fatto almeno una partita in doppia cifra, tutti sono stati decisivi in almeno alcuni frangenti, dai meno utilizzati come Testa e Petrovic fino ai due americani. È una rarità che dieci giocatori su dieci abbiano questa incisività sul rendimento della squadra. Questo è merito anche dello staff tecnico, che è riuscito a far sentire tutti importanti, tirando fuori il meglio da ognuno dei ragazzi».

Parlando dei ragazzi, la Poderosa ha fatto anche da trampolino verso la Nazionale per Kaspar Treier.

«Il suo è forse il ruolo più difficile per un under in questo campionato: quello di giocare alle spalle di Amoroso, che per me resta il giocatore più forte di tutta la A2. Nonostante questo, con le sue grandissime qualità che continua a far vedere partita dopo partita, è riuscito a mettere lo zampino su diverse vittorie in maniera decisiva».

Per un gm appena trentenne iniziare a lavorare al fianco di un “vate” come Pancotto deve essere stata una mezza rivoluzione.

«Il rapporto con Cesare è perfetto. All’inizio ero quasi intimorito dalla sua presenza e dal suo blasone. E invece ho trovato una persona, un professionista dalla grande umiltà e dalla grande disponibilità. Parliamo di un allenatore che è stato più volte coach dell’anno in Serie A, con più di trent’anni di esperienza ad altissimo livello che si trovava a rapportarsi con un ragazzo di trent’anni alla terza stagione da general manager. Si è messo a disposizione e questo l’ho apprezzato tantissimo. Ciò fa capire lo spessore della persona che siamo onorati di avere come nostro timoniere».

Dopo un 2018 così, quali sono le prospettive per il 2019?

«La filosofia è sempre la stessa: fare un passettino in avanti. Quindi vorremmo migliorare i 36 punti con i quali chiudemmo la regular season scorsa e magari entrare tra le prime cinque, che vorrebbe dire affrontare i playoff col fattore campo a favore nel primo turno».

Fonte: Ufficio Stampa Poderosa Pallacanestro Montegranaro.

Commenta