Pistoia, quota 100 sempre più vicina per il consorzio: ecco 3 nuove aziende

Pistoia, quota 100 sempre più vicina per il consorzio: ecco 3 nuove aziende

Si allarga la base del consorzio pistoiese.

Continua a crescere la grande famiglia del Consorzio Pistoia Basket City, attuale proprietario del 35% del Pistoia Basket 2000. Negli ultimi giorni la creatura del presidente Alberto Peluffo (nonché vice presidente della società biancorossa) ha salutato l’ingresso nel team di tre nuove aziende: Svra Service, Pistoia Casa e Termoidraulica Bertini. Altre aziende verranno annunciate nei prossimi giorni Dunque il Consorzio, che riunisce soggetti economici, aziende e liberi professionisti che credono nel progetto Pistoia Basket, ne condividono i valori e che, attraverso lo sport vogliono promuovere la propria attività e fare rete, continua incessantemente ad allargarsi. Sono infatti quasi cento le imprese che attualmente condividono la mission di Pistoia Basket City, ovvero agevolare la creazione di relazioni tra i membri con l’obiettivo, tra gli altri, di generare nuove opportunità di business e rappresentare un valido supporto per la crescita del basket pistoiese.
I NUOVI INGRESSI. La Svra Service di Pontestella è un’azienda che eroga servizi di riparazione e manutenzione di veicoli industriali Iveco dal 1947. Dispone di personale qualificato e competente a fronte di un’esperienza pluriennale acquisita nel settore e della formazione specifica erogata dalla casa madre nei comparti di meccanica, meccatronica e carrozzeria. Pistoia Casa di Viale Adua offre servizi immobiliari dal 1981: evolvendosi e crescendo in piena sintonia con i tempi e con le esigenze del mercato, mette a disposizione dei clienti un consolidato staff di professionisti capaci di gestire e consigliare a 360° tutto ciò che orbita intorno al  complesso mondo degli immobili. Termoidraulica e climatizzazione Bertini di Pontelungo opera sul territorio dal 1979, spaziando dalle riparazioni idrauliche agli impianti termici, dal condizionamento civile e industriale agli impianti a legna, fino a raggiungere il pellet e le altre biomasse. Il tutto senza mai perdere il passo con le innovazioni energetiche e con gli investimenti in termini di attrezzature, patentini, certificazioni d’azienda.

Fonte: Consorzio Pistoia Basket City.

Commenta