Pietro Aradori: Cosa mi manca? Tutto. Lo spogliatoio, i compagni, la gente, il gioco

Pietro Aradori: Cosa mi manca? Tutto. Lo spogliatoio, i compagni, la gente, il gioco

L’ala della Fortitudo Pompea Bologna Pietro Aradori: Finire la stagione? Io giocherei anche durante l’estate, non ci sono problemi. Ma che senso ha parlarne ora?

L’ala della Fortitudo Pompea Bologna Pietro Aradori ha parlato con Stadio:

«Cosa mi manca? Tutto. Lo spogliatoio, i compagni, la gente, il gioco. Forse sembrano cose scontate, invece no. Il pallone a casa non ce l’ho, ma sarebbe servito a poco. La cosa più complicata sarà riprendere confidenza con quello. Bisognerà rimettere in moto delle sensazioni. Ogni cosa a suo tempo, adesso è il momento delle regole».

«Finire la stagione? Io giocherei anche durante l’estate, non ci sono problemi. Ma che senso ha parlarne ora? Questa è una situazione talmente difficile e complicata che non è il caso di discuterne. Si potrebbe anche giocare a porte chiuse, sì.. Ma se giochi a porte chiuse vuole dire che nel mondo c’è ancora qualcosa che non va. E quindi perché dovremmo giocare noi?»

«I compagni? Sono in contatto costante con tutti. Ho amici che sono tornati negli States, alcuni sono qui. Facciamo anche qualche diretta Instagram per passare il tempo e per stare vicino alle persone».

Commenta