Petrucci su Masciadri-Crespi: Insulti e bestemmie non li tollero. Nessuna atleta si è mai lamentata

Petrucci su Masciadri-Crespi: Insulti e bestemmie non li tollero. Nessuna atleta si è mai lamentata

Petrucci: "Gli insulti e le bestemmie non si possono tollerare". Crespi: "Se bestemmio? No. Insulti sessisti? Non scherziamo, sono accuse che respingo con forza. La squadra è tutta con me"

Gianni Petrucci, presidente della FIP, nel corso della presentazione della sfida dell’Italia alla Lituania ha parlato nuovamente del caso Raffaella Masciadri.

Queste le parole del numero 1 della FIP, riportate da La Gazzetta dello Sport.

“Il coach ha sbagliato, gliel’ho detto subito la sera della partita davanti al suo staff. Riguardo agli insulti nessuna ragazza è venuta finora a lamentarsi, se dovesse succedere sarò pronto a intervenire (ossia ad esonerarlo, ndr), gli insulti e le bestemmie non si possono tollerare”.

Queste le parole di Marco Crespi, sempre su La Gazzetta dello Sport. Il coach ne ha parlato anche a Il Corriere della Sera.

“È facile sparare sentenze e fare confusione quando non si conoscono bene i fatti. Sull’ultima gara, ho ritenuto ingeneroso metterla a 5″ dalla fine, ma ho sbagliato a non chiederlo a lei. Se bestemmio? No. Insulti sessisti? Non scherziamo, sono accuse che respingo con forza. Resto amareggiato, ma serenissimo. E la squadra è tutta con me”.

Commenta