Petrucci: Raggi, Malagò e Frongia unite le forze e le vostre conoscenze per salvare la Virtus Roma

Gianni Petrucci

Gianni Petrucci

L'appello di Petrucci alla sindaca di Roma, al presidente del Coni e all'assessore allo sport del Comune di Roma: Unitevi per portare a trattare con Toti chi ha voglia di credere in Roma e nella sua passione per la pallacanestro

Gianni Petrucci, presidente della FIP, è tornato a parlare del futuro della Virtus Roma dopo il disimpegno di Claudio Toti dei giorni scorsi.

Queste le sue parole a Il Corriere della Sera.

La Virtus è un valore assoluto per lo sport italiano e chi può, deve fare di tutto per salvarla. A Roma in questo momento le chiavi del problema, per aprire le porte giuste, possono prenderle in mano solo tre persone: Virginia Raggi, Giovanni Malagò e Daniele Frongia. Chi meglio della sindaca, del capo dello sport italiano che è romano e ha competenze e conoscenze per coinvolgere le persone, e di chi ha la delega a governare i fatti dello sport cittadino? Chiedo a loro e solo a loro di fare gioco di squadra, di unire le forze e le conoscenze che hanno per trovare una soluzione. Abbiamo solo un mese di tempo per tenere in vita quella che è la terza realtà dello sport romano” ha detto Petrucci. “Ripeto la mia richiesta: Raggi, Malagò e Frongia, unitevi per portare a trattare con Toti chi ha voglia di credere in Roma e nella sua passione per la pallacanestro”.

Commenta