Petrucci: Non mi illudo sulla presenza di Melli al Mondiale. Hackett? Sono convinto che verrà

Petrucci: Non mi illudo sulla presenza di Melli al Mondiale. Hackett? Sono convinto che verrà

Petrucci parla dei due grandi assenti al Media Day: Melli ed Hackett

Queste le parole del presidente della FIP, Gianni Petrucci, al Media Day della nazionale su Nicolò Melli, a fortissimo rischio per il Mondiale e Daniel Hackett, che arriverà solo venerdì dopo essere stato autorizzato ad arrivare con qualche giorno di ritardo.

Nicolò Melli

Melli ha avuto una operazione, è sempre venuto, famiglia straordinaria, madre campionessa olimpica. Se non è venuto è perché non poteva venire.
So che avrà una visita a metà agosto con i nostri medici. Se la situazione è questa non posso illudermi. L’operazione c’è stata, ha sempre dato quello che poteva dare quindi è ampiamente giustificato. Io mi auguro che stia bene ma dipenderà dal controllo. Paura dei Pelicans? Ogni volta che un giocatore non gioca si dice che la squadra NBA ha suggerito di non giocare per evitare eventuali infortuni.

Daniel Hackett

Io penso che lui venga. La certezza ce l’ha solo il signore. Io sono ottimista, lo conosco. Ieri sono stato il buon padre di famiglia. Sono quasi convinto che verrà. Lui ha chiesto una cosa che gli abbiamo dato. Io domenica stavo al Circeo, dove sta la mia famiglia. Sono tornato a Roma, ero solo, stavo preparando i bagagli per partire. Mi è arrivata una telefonata dove mi ha detto certe cose e gli ho proposto il giorno e tutto. Sacchetti mi aveva dato la responsabilità della decisione. Lui aveva detto e qualcuno aveva scritto che sarebbe venuto il venerdì. Io dopo pochi minuti ho fatto il comunicato dicendo che ero d’accordo che sarebbe arrivato venerdì e che avremmo chiarito la situazione al suo arrivo. Verso mezzanotte non ha avuto parole buonissime nei miei confronti. Comunque con lui ho sempre avuto un buon rapporto levati certi episodi. Ma io sono comunque sicuro che verrà. Non verrà? Non penso assolutamente a quella opzione perché sono ottimista. Lo conosco, è una persona che mi chiama “Gianni” quindi tra noi c’è un buon rapporto. Io sono convinto che verrà ed il problema sarà risolto serenamente. Hackett lo conosco, ci sono affezionato ed il problema si chiarirà venerdì. Voglio Hackett in nazionale”.

Commenta