NanoPress

Pesaro non ha scampo, Milano passeggia ed asfalta la VL 111-74

Pesaro non ha scampo, Milano passeggia ed asfalta la VL 111-74

Pratica archiviata nei primi 5 minuti per i padroni di casa, Nunnally scatenato e serata perfetta dall'arco nel dominio Olimpia

Milano ritrova Nedovic ed ospita Pesaro prima della pausa per le Final Eight di coppa Italia.

Nunnally e Jerrells lanciano Milano nei primi possessi del match, 5-0 ed è subito timeout per la panchina ospite dopo meno di 2 minuti di gioco. Pesaro si sblocca dalla lunetta, l’ex Avellino va ancora a segno e con la tripla di Curtis Jerrells i padroni di casa sono già a +8, nonostante qualche errore in transizione. Nedovic dimostra di essere subito reattivo, James Nunnally è una sentenza e con 16 punti personali guida l’Olimpia sul 21-7, con la VL che si affida ai rimbalzi d’attacco e ad un paio di triple per provare a restare minimamente in scia. Burns viene chiamato in causa con esito positivo, l’AX si distrae e Lamond Murray ne approfitta con tre canestri in fila, ma ancora non basta con Fontecchio che da 3 conferma la doppia cifra di vantaggio. Shashkov corregge il suo errore, Della Valle non sbaglia ed è 29-18 al termine del primo periodo.
Christian Burns risponde ad Artis, la panchina di coach Pianigiani risponde presente e con l’asse Della Valle-Fontecchio è 37-20 al 14’, con la squadra di Boniciolli in notevole difficoltà nella costruzione di buoni tiri. McCree recupera e stoppa l’ala ex Virtus, Mockevicius realizza in tap-in ma dall’altra parte Nemanja Nedovic si mette in proprio con la tripla del +18. Micov dall’angolo incrementa il vantaggio Milanese, Alen Omic ruba e converte in contropiede con l’Olimpia sempre più lontana, merito anche del primi punti per Bertans. Simone Fontecchio raggiunge la doppia cifra personale, Blackmon prova a reagire ma è troppo poco per Pesaro, sotto di 29 dopo la giocata da 3 punti di Omic. E’di Nedovic l’ultimo canestro del primo tempo, 59-28 il risultato a metà gara con 10/20 dall’arco per Milano.

Il rientro sul parquet della VL non è certamente dei migliori: due banali palle perse e l’Olimpia che continua ad avanzare, ritrovando i punti di Nunnally. Alexander Shashkov sfrutta il fisico spalle a canestro, Fontecchio e Della Valle puniscono da lontano sul 70-36, con Murray che prova a limitare i danni in casa Pesaro. Monaldi in penetrazione risponde al bel canestro di Nunnally, il neo arrivato guadagna la lunetta e sigilla il +35 del 26’. Erik McCree sfrutta il suo talento offensivo, l’Olimpia rallenta un minimo ma la vittoria è ormai in cassaforte, 80-49 ad un quarto dal termine.
Tognacci realizza i primi punti in carriera, Dairis Bertans scalda la mano con tre triple consecutive e a Pesaro non restano che le giocate individuali di McCree. Burns schiaccia e scalda il pubblico, Micov fa 100 e +40 con Fontecchio che ruba e regala l’assist dietro la schiena a Della Valle. Spazio anche per i giovani di Milano, con De Capitani subito a segno per la gioia dei compagni e del Forum. Ferraris manca la tripla dall’angolo ma serve un bell’assist per Burns, Murray arrotonda il proprio tabellino personale e termina così una sfida senza storia: vittoria Olimpia 111-74 con 5 in doppia cifra, 19/36 dall’arco e 139-57 di valutazione.

Italy - LBA Serie A 2018-2019 - 10 Febbraio 2019, 18:15
AX Armani Exchange Milano 111 74 VL Pesaro
Vai al boxscore

Commenta