Pau Gasol: Il gioco è cambiato, ha perso la sua bellezza

Gasol spera di poter dare una mano ai Blazers in questa stagione, per poi puntare su Tokyo con la nazionale spagnola

Durante un’intervista con Marca, Pau Gasol si sofferma sulla recente evoluzione del gioco:

“È cambiato molto. Per me, il grande cambiamento è nel gioco stesso. Ci sono tiri molto veloci, possessi molto brevi, pochi passaggi in ogni attacco. Ci sono molti tiri frettolosi. Quando ero più giovane, alcuni dei tiri che oggi si tentano normalmente avrebbero visto l’allenatore mandarti in panchina come punizione. Ora invece i giocatori sono incoraggiati a tirare nei primi otto secondi di possesso. Si è persa la bellezza del gioco, la purezza che aveva, il fatto di muovere la palla da un lato all’altro, la palla dentro-fuori….Ora ci sono momenti in cui ci sono squadre che giocano con cinque esterni. L’altro giorno Hezonja ha giocato da centro…”

“Nel tempo che mi resta da giocatore vorrei dimostrare che si può ancora vincere giocando con due big man. Questa NBA si basa sul dinamismo e la velocità. Così stanno evolvendo la società e il mondo in generale. Tutto è così, tutto è più dinamico, più veloce”

 

Fonte: Marca.

Commenta