Pall.Trapani: Presentazione del progetto “Un Cuore Grande Così”

Pall.Trapani: Presentazione del progetto “Un Cuore Grande Così”

L’iniziativa nasce con l’obiettivo di coinvolgere le scuole nella sottoscrizione di un progetto che doni loro un defibrillatore

[pb-team id=”899″]
Giovedì 14 febbraio alle ore 11.00, presso la sala stampa “Cacco Benvenuti” del Pala
Conad di Trapani, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione del progetto “Un
Cuore Grande Così”. L’incontro con la stampa verrà strutturato nel seguente modo:
1- Saluti del Sindaco di Trapani Giacomo Tranchida;
2- Intervento di Nicolò Basciano, amministratore delegato della Pallacanestro
Trapani;
3- Intervento di Giovanni Anania, direttore marketing rete Conad Sicilia;
4- Intervento di Salvatore Mazzeo, presidente Croce Rossa Comitato di Trapani;
5- Domande dei giornalisti;
6- Saluti Finali
Si invitano ad intervenire tutti i giornalisti di tv, radio, carta stampata e web.
Per tutti i tifosi della Pallacanestro Trapani sarà possibile vedere la diretta streaming
della conferenza sulla pagina facebook ufficiale della società.
Lo scorso anno, grazie al progetto Un Cuore Grande Così, la Pallacanestro Trapani e
Conad, coadiuvati dalla Croce Rossa, hanno donato 5 defibrillatori ad altrettante
scuole del territorio trapanese. Data l’importanza e la sensibilità del tema, anche
quest’anno Pallacanestro Trapani e Conad riproporranno il progetto UN CUORE
GRANDE COSI’.
L’iniziativa nasce con l’obiettivo di coinvolgere le scuole nella sottoscrizione di un
progetto che doni loro un defibrillatore. Il fine è quello di dare un segno tangibile di
come una realtà sportiva possa spendersi concretamente per la propria comunità.
La presenza, all’interno delle scuole per l’infanzia, di dispositivi di defibrillazione
precoce, assieme a personale adeguatamente formato, riveste un ruolo fondamentale
nell’assicurare un pronto intervento nei confronti dell’arresto cardiaco improvviso.
Gli stessi genitori, sempre molto attenti alla salute dei propri figli, saranno più inclini
ad affidarli ad una scuola dotata di tali dispositivi salvavita.

Fonte: Ufficio stampa Trapani.

Commenta