Omegna, la Coppa è tua: 81-72 su Cesena

Omegna, la Coppa è tua: 81-72 su Cesena

La Paffoni porta a casa la Coppa Italia di categoria. Alessandro Grande (15 punti, 4 assist) premiato come MVP.

La Paffoni Omegna porta a casa la Coppa Italia di Serie B superando l’Amadori Cesena per 81-72: decisivo il solco scavato dai piemontesi durante il secondo quarto. Alessandro Grande, premiato come MVP, è il top scorer di Omegna con 15 punti (5/9 dal campo, 2/2 ai liberi, oltre a 6 rimbalzi e 4 assist). In doppia cifra anche il giovane Guido Scali (13 punti di cui 8 nell’ultimo quarto), il capitano Marco Arrigoni (12) e Jacopo Balanzoni (10). A Cesena non bastano i 20 punti di Matteo Battisti.

 

Chiuso il primo quarto sul 17-16 Cesena (e con una tripla di De Fabritiis molto contestata), Omegna preme sull’acceleratore nella prima metà della seconda frazione, riprendendo il comando nel punteggio con un parziale di 11-3 (27-20, -5’35”). I Tigers faticano enormemente in attacco e, per rimanere a galla, fanno all-in sulla stazza di Brkic nei pressi del ferro: il veterano mette insieme un 5/6 ai liberi ma non può bastare a una squadra che trova il primo (e ultimo) canestro dal campo del secondo quarto solo a 1’15” dall’intervallo lungo. Dall’altro lato, la Paffoni ha buona fluidità e ottima mira dall’arco (4/5 nel secondo quarto dopo il magro 1/7 dei primi dieci minuti). Un canestro di Arrigoni allo scadere manda le squadre negli spogliatoi sul 41-30 per Omegna.

Nel terzo quarto la musica non cambia. Si segna poco all’inizio e i canestri di Omegna sono uno più pesante dell’altro: due triple in fila di Grande proiettano la Paffoni sul +20 a metà frazione (50-30, -5’58”). Cesena prova a rialzare la testa con le triple di Raschi, Ferraro e Battisti che valgono il -13 a poco più di due minuti dalla fine. A fine frazione il margine di vantaggio in favore di Omegna rimane ampio (60-44).

All’inizio dell’ultimo quarto, la Paffoni tocca brevemente il +23 con un canestro di Cantone (-6’26”), mentre Scali sale di colpi segnando 8 preziosi punti durante la frazione. L’Amadori però non ne vuol sapere di alzare bandiera bianca. Nell’arco dei successivi cinque minuti, i bianconeri partono all’assalto e producono un parziale di 21-9 (in evidenza Battisti, Sacchettini e De Fabritiis) coronato da un canestro in penetrazione di Trapani (79-68 1’05”). Lo sforzo però non è sufficiente per riaprire la gara: vince Omegna per 81-72.

 

AMADORI CESENA – PAFFONI OMEGNA 72-81 (17-16, 13-25; 14-19, 28-21)
CESENA: Ferraro 3, Dagnello 1, Trapani 5, Rossi NE, Battisti 20, De Fabritiis 10, Frassineti 2, Raschi 11, Poggi NE, Sacchettini 15, Brkic 5.
OMEGNA: Grande 15, Bruno 5, Samoggia 9, D’Alessandro 9, Arrigoni 12, Ramenghi NE, Balanzoni 10, Guala NE, Cantone 8, Gueye, Bovio NE, Scali 13.

Commenta