Olympiacos-Olimpia Milano, le ultime dalle sedi

Olympiacos-Olimpia Milano, le ultime dalle sedi

Palla a due alle ore 20. Greci senza Strelnieks e Agravanis

OLYMPIACOS PIREO – AX ARMANI EXCHANGE OLIMPIA MILANO
Ore 20
Record 2-0 vs 1-1
Precedenti nella competizione 12-4
Arbitri Garcia, Pastusiak, Shemmesh
Era il 6 marzo 2014, e ci pensò Keith Langford. Era la Milano di Banchi che correva in Europa, da allora quattro ko al Pireo, con le leggende Spanoulis-Printezis sempre al comando. Questo il dato di casa Olimpia Milano, che dopo la sconfitta interna con il Real Madrid è partita per Atene nel pomeriggio di giovedì con roster a pieno regime. Simone Pianigiani, dal sito ufficiale, sottolinea l’importanza delle prossime gare al Forum: «Eravamo consapevoli anche prima di affrontare il Real Madrid della difficoltà di queste due partite, per cui vediamo prima di tutto come riusciamo mentalmente a rispondere. Cerchiamo indicazioni che ci rendano più forti in vista delle successive gare casalinghe. Voglio che mentalmente la squadra faccia un passo in avanti come solidità e forza mentale». Chiare le minacce greche, con un’aggiunta: «Atletismo e taglia saranno il primo ostacolo da superare perché la stanchezza magari non ti fa muovere la palla come vorresti e dovresti e il rischio è di trovarsi davanti un muro a protezione dell’area. Mi aspetto anche qualche blitz su Mike James e le nostre guardie in generale per rubare palla e andare in campo aperto».

Olympiacos che viaggia a ritmo furioso in questo avvio di stagione, con record 2-0 in EuroLeague come in patria, ma senza Janis Strelnieks (infortunatosi a Vitoria) e Dimitris Agravanis (fermo dalla scorsa stagione. Così coach David Blatt: «L’Olimpia ha costruito una squadra terrificante, e hanno già mostrato di giocare una pallacanestro di qualità. Sarà una sfida dura per noi, dovremo fronteggiare un avversario con tante armi. Sono eccitato di giocare la prima gara al Pireo, con i tifosi che ci daranno un extra-energia in più».

Commenta