James e Micov guidano Milano, Baskonia battuto 93-90 e sesto successo in Euroleague

Courtesy of Getty
Courtesy of Getty

L'Olimpia batte in volata la squadra di Vitoria e conquista un altro successo in coppa, confermando il quarto posto con record 6-2

Milano dell’ex Mike James ospita al Forum i Baschi di Vitoria. Sempre assenti Nedovic e Della Valle, contro la squadra dell’ex Trento Shields.

Inizio condito dalle palle perse con un Mike James distratto ed il Baskonia che spreca. Il play di Milano si sblocca, Vladimir Micov segna dall’arco ma gli ospiti sono avanti, con Shields ed i punti dei lunghi. Il Serbo dell’Olimpia brilla, altro canestro ed assist al bacio per Tarczewski, 11-6 il punteggio dopo 4 minuti di gioco. Tornike Shengelia e Vildoza riportano i Baschi a contatto, Poirier e Micov si sfidano colpo su colpo e l’ala dell’AX è già in doppia cifra, 23-16 ed 11 punti per uno degli ex di giornata. Dopo il timeout Matt Janning va a segno dall’arco, Gudaitis si fa spazio a rimbalzo d’attacco ma Vitoria resta vicina con l’arcobaleno di Huertas. Sulla sirena del quarto Garino trova lo spazio giusto, penetrazione vincente e libero aggiuntivo del 27-26.
Janning regala per un attimo il vantaggio ai suoi, Jeff Brooks risponde dalla distanza e Jerrells replica poco dopo, 35-30 con il complicato appoggio di Voigtmann. Il Baskonia spreca dalla lunetta e così Milano prova ad approfittarne, Curtis Jerrells trova un’altra tripla e serve a Brooks il 41-32 del 15’. Diop completa l’alley-oop, l’Olimpia è on fire dall’arco (anche Bertans a segno) ma con Shengelia è nuovamente -6 ospite, sfruttando un paio di disattenzioni casalinghe. La moria offensiva di Pianigiani prosegue, Vildoza appoggia in contropiede il 44-43 ed il coach ex nazionale è costretto a fermare nuovamente il match. Brooks realizza una bomba decisamente importante, James manca l’ultimo tiro ed è 47-43 all’intervallo lungo.

Tanti errori al tiro in avvio di secondo tempo, è James a muovere il punteggio con tripla dall’angolo e la penetrazione vincente contestata dalla difesa avversaria. Janning e Voigtmann provano a guidare la reazione ma Micov prima e l’ex Pana dopo permettono all’AX di toccare il +9. James è immarcabile e risponde prontamente a Vildoza, Vincent Poirier torna a segnare ma l’Olimpia raggiunge la doppia cifra di vantaggio, perfetta dalla linea del tiro libero. Micov-James continuano a macinare punti, Vitoria non si scompone e di squadra resta vicina, con il talento di Shengelia e la precisione di Luca Vildoza . La persa di Kuzminskas lancia Garino in 1vs0, il Lituano si fa perdonare e con due canestri in fila ridà linfa vitale a Milano: 73-68 ad un quarto dal termine del match.
Andrea Cinciarini e Tarczewski da una parte, Janning e Huertas dall’altra per il 77-75 dei primi minuti dell’ultimo periodo. Jerrells si innesca dall’arco, il capitano segna in arresto e tiro e coach Perasovic chiama minuto, +7 per i bianco-rossi con sei minuti da giocare. Al rientro sul parquet il Baskonia prova a riavvicinarsi, James sfoggia il suo talento offensivo e con il canestro e fallo di Brooks è 88-79 vantaggio per l’AX. Hilliard e Vildoza realizzano dall’arco per ricucire sino ad un possesso di distanza, Milano è reattiva a rimbalzo ma spreca due preziose occasioni con Micov, non punite immediatamente dall’altra parte con gli Spagnoli imprecisi al tiro. James fa 1/2 ai liberi, Vildoza non sbaglia il piazzato e Poirier manca il tap-in schiacciato del possibile pareggio, entrando negli ultimi 30 secondi della sfida. Jerrells subisce fallo ed è perfetto dalla lunetta, 91-87 con palla agli avversari e 27.5 sul cronometro. Con la difesa forte l’Olimpia recupera palla, arrotonda con i liberi e nonostante il brivido finale è sesto successo in EuroLeague: Baskonia batutto 93-90.

[pb-game id=”388736″]

Commenta