Olimpia all’esame CSKA, Messina: “Un onore e una sfida misurarsi contro i migliori”

Olimpia all’esame CSKA, Messina: “Un onore e una sfida misurarsi contro i migliori”

Milano ritrova Mike James da avversario sull'inedito campo di Kaliningrad, Nedovic si riaggrega al gruppo.

E’ già tempo di tornare in campo: il Natale dell’Olimpia trascorre tra i cieli d’Europa, da Malpensa a Kaliningrad, dove giovedì 26 dicembre completa il suo 2019 di EuroLeague affrontando la squadra Campione d’Europa, il CSKA Mosca, reduce tra l’altro dall’impresa di Istanbul dove ha battuto l’Efes. Si gioca alle 18.00 italiane. E’ una sfida dai mille significati: il CSKA ha vinto gli ultimi otto scontri diretti, ha una striscia di otto Final Four consecutive, 16 delle ultime 17, i due allenatori hanno vinto sei titoli insieme e poi Ettore Messina ha allenato sei anni al CSKA dove il suo posto è stato preso – quando decise di andare nella NBA, a San Antonio – proprio da Dimitris Itoudis, Vlado Micov e Sergio Rodriguez sono due ex: il playmaker spagnolo è stato decisivo nella vittoria delle Final Four di Vitoria nel maggio scorso. Ma sono ex anche Mike James, vincitore degli ultimi due premi di MVP della settimana, e naturalmente Daniel Hackett.

L’OLIMPIA – E’ reduce da una settimana in crescita in cui sono arrivate due vittorie in campionato, in trasferta a Venezia e poi in casa con Trento, in mezzo c’è stata una sconfitta preventivabile a Madrid e la vittoria su Valencia. Il CSKA è primo nel tiro da tre, ma l’Olimpia è terza ed è migliore nel difendere sul tiro da fuori. Nemanja Nedovic si è aggregato al gruppo.

COACH ETTORE MESSINA – “E’ una sfida enorme e un onore affrontare la squadra che difende il titolo e quello che, senza mancare di rispetto a nessuno, considero il miglior club d’Europa per management, qualità dei campioni che ha e ha avuto, continuità tecnica. Ovviamente, è una partita difficilissima che però affrontiamo con l’entusiasmo di chi è consapevole di affrontare i migliori”

SERGIO RODRIGUEZ – “Per me è una partita speciale, ho grandi ricordi dei due anni trascorsi con la maglia del CSKA addosso. Abbiamo vinto tutto e adesso sono entusiasta di rivedere e parlare con tanti amici, giocare contro la mia ex squadra, anche se mi spiace non poterlo fare a Mosca”.

PERCHE’ KALININGRAD – La partita non si gioca a Mosca, per indisponibilità degli impianti. Si gioca quindi allo Yantarny Sports Palace di Kaliningrad, enclave russo di circa un milione di abitanti, situato sul Mar Baltico tra Lituania e Polonia. Sarà la prima partita di basket allo Yantarny, che può ospitare circa 7.000 spettatori ed è la replica degli impianti di Kanza e Krasnodar.

L’AVVERSARIO – Il CSKA Mosca ha confermato otto giocatori della squadra che ha vinto l’EuroLeague, ma uno di questi – Will Clyburn – è fuori per la stagione per infortunio. E se sono andati alcuni elementi chiave di quella squadra, Sergio Rodriguez, Nando De Colo, Cory Higgins, Othello Hunter. Sono arrivati giocatori con grande esperienza di EuroLeague, Mike James, Darrun Hilliard e Johannes Voigtmann da Vitoria, Janis Strelnieks dall’Olympiacos oltre a due ex NBA, il playmaker Ron Baker e il centro greco Kosta Koufos. Mike James sta segnando 20.2 punti per gara e con 4.1 assist è anche il miglior passatore. Voigtmann è il miglior rimbalzista, Kyle Hines – strepitoso difensore di mestiere – è il miglior stoppatore della squadra, oltre che il terzo di sempre. Hilliard segna 10.8 punti di media. Ma al momento è tremenda la fiducia del CSKa nel tiro da tre: James (11/14 nelle ultime due) e Nikita Kurbanov sono oltre il 50%, Strelnieks è oltre il 40%. Tra i confermati più importanti, oltre a Kyle Hines, figurano proprio Kurbanov, l’atletico Joel Bolomboy e naturalmente Daniel Hackett.

LA RODRIGUEZ CONNECTIONSergio Rodriguez ha giocato due anni al CSKA, vincendo due volte la VTB League e l’EuroLeague 2019. Ha giocato 71 gare di EuroLeague con la maglia di Mosca, con 852 punti segnati e 237 assist. Rodriguez ritrova molto dei suoi ex compagni, tra cui Kyle Hines, Andrei Vorontsevich, Nikita Kurbanov, Daniel Hackett, oltre a Coach Itoudis. I suoi 13.8 punti di media della stagione 2017/18 sono il suo primato in carriera in EuroLeague.

LA MICOV CONNECTIONVlado Micov ha giocato 61 partite di EuroLeague con la maglia del CSKA Mosca nelle stagioni 2012/13 e 2013/14. In entrambi i casi il CSKA ha giocato le Final Four. In maglia CSKA il suo record di punti in una singola partita è di 20, segnati contro il Fenerbahce nel primo anno e contro lo Zalgiris Kaunas nel secondo. In due anni ha vinto due volte la VTB. E’ stato compagno di squadra in ambedue le stagioni di Andrei Vorontsevich mentre ha giocato un anno con Kyle Hines e Nikita Kurbanov.

LA HACKETT CONNECTIONDaniel Hackett ha giocato due anni a Milano tra la stagione 2013/14 (non interamente) e la stagione 2014/15. Ha vinto lo scudetto 2014. Al termine della sua esperienza a Milano, ha giocato due anni all’Olympiacos e uno al Bamberg, prima di trasferirsi a Mosca. Con l’Olimpia ha giocato 42 partite di EuroLeague segnando 10.5 punti per gara nella stagione 2014/15 durante la quale segnò anche il canestro da tre sulla sirena per battere il Bayern Monaco.

LA JAMES CONNECTION – Mike James ha giocato a Milano nella stagione 2018/19 al termine della quale ha vinto la classifica marcatori di EuroLeague con 595 punti segnati in 30 partite e pareggiato il record di club di assist in una gara con 12 proprio contro il CSKA Mosca. E’ stato anche giocatore del mese di febbraio. James aveva tra i suoi compagni di squadra Cinciarini, Nedovic, Micov, Brooks, Burns, Gudaitis e Tarczewski.

LA MESSINA CONNECTION – Coach Ettore Messina ha trascorso sei stagioni sulla panchina del CSKA Mosca: ha allenato sei volte le Final Four, vincendo l’EuroLeague nel 2006 e nel 2008. Lasciato il CSKA nel 2009 dopo quattro anni, è tornato nel 2012 per altri due durante i quali ha vinto sempre la VTB League. Sia nel 2006 che nel 2008 è stato nominato Allenatore dell’Anno di EuroLeague. Il suo record in EuroLeague sulla panchina del CSKA Mosca è di 123-33, pari al 78.8% di vittorie.

I PRECEDENTI VS. CSKA – Quando l’Olimpia vinse la sua prima Coppa dei Campioni a Bologna nel 1966, battendo lo Slavia Praga, in semifinale sempre a Bologna fu il CSKA ad arrendersi alla squadra diretta da Cesare Rubini per 68-57 con 20 punti di Bill Bradley e 15 di Massimo Masini. Il bilancio totale dei precedenti è 9-3 a favore del CSKA nell’odierna EuroLeague (dal 2000). L’Olimpia ha vinto tre volte di fila – nel 2008/09 in casa 80-79 dopo una grande rimonta e nel 2010/11 prima 88-73 a Mosca e poi 71-65 al Mediolanum Forum – prima di perdere invece in tutte le ultime nove sfide. Aggiungendo i precedenti pre-EuroLeague, oltre al 68-57 della semifinale di Bologna, ci sono quattro partite disputate nel 1982/83 e poi nel 1996/97 con vittorie della squadra di casa. Il totale quindi è 11-6 per il CSKA Mosca.

Commenta