Npc Rieti Pallacanestro chiede i lavori di adeguamento del PalaSojourner

Npc Rieti Pallacanestro chiede i lavori di adeguamento del PalaSojourner

Tali adeguamenti sono necessari per permettere lo svolgimento del campionato di Serie A2 alla Zeus Energy Group Rieti

La Npc Rieti Pallacanestro ha richiesto nuovamente l’effettuazione dei lavori di adeguamento del PalaSojourner, in base alle direttive indicate dalla Lega Nazionale Pallacanestro e dai regolamenti federali.

Tali adeguamenti sono necessari per permettere lo svolgimento del campionato di Serie A2 alla Zeus Energy Group Rieti. Essendo Aria Sport il gestore dell’impianto, di proprietà della Provincia, la Npc ha richiesto più volte che i lavori vengano svolti nel più breve tempo possibile, considerando la deroga già in atto nei nostri confronti da diversi anni.

Il Presidente Cattani si è detto disponibile anche ad effettuare tali lavori scontandoli dall’affitto della struttura. Considerando che le richieste sono diventate sempre più stringenti, al fine di essere regola per la prossima stagione, la NPC ha comunicato la sospensione del pagamento degli affitti del PalaSojourner, per la mancata realizzazione degli adeguamenti. A tale comunicazione è seguita la messa in mora da parte di Aria Sport della NPC. Tale azione è stata ritenuta dal nostro Presidente al quanto inappropriata ed offensiva poiché la sospensione dei pagamenti non è dovuta alla mancata volontà di effettuare il saldo ma semplicemente di portare alla luce problematiche che potrebbero comportare sanzioni alla NPC. Senza considerare il fatto che la NPC ha pagato da sempre in modo regolare l’affitto.

Durante la conferenza stampa indetta in giornata, il Presidente Cattani ha ribadito che: “La Npc Rieti Pallacanestro è una società sana che ha superato a pieno i controlli della COMTEC, la quale ha effettuato da pochi giorni gli stessi, sulla nostra situazione patrimoniale per l’iscrizione al campionato sottoscrivendo la regolarità dei conti.

A tutto questo vanno aggiunte altre situazioni di disagio, come il ritardo dei pagamenti di alcuni sponsor che a questo punto mi trovo costretto a mettere in mora. La mia volontà è quella di risolvere il problema nel più breve tempo possibile, ma non posso accettare di essere eventualmente sanzionato dalla Lega, considerando la mia disponibilità ad effettuare i lavori segnalati. Inoltre vorrei sottolineare che la Lega è stata già ampiamente tollerante nei nostri confronti, aiutandoci in molte situazioni ma comprendiamo che non possiamo chiedere di più.

Ciò che mi sembra assurdo è la messa in mora da parte di una società, Aria Sport, che a sua volta è morosa nei miei confronti per alcune sponsorizzazioni per prestazioni, non saldate.

Vogliamo andare avanti e lo staff, già dal giorno successivo all’ultima partita di play-off, lavora alacremente per la prossima stagione sportiva. Stiamo componendo la squadra al massimo delle nostre possibilità ma è giusto spiegare, anche ai nostri tifosi, le problematiche che dobbiamo affrontare, in modo che possano comprendere le nostre scelte”.

Nella speranza che le tematiche portate alla luce vengano risolte, la NPC Rieti ricorda di essere regolarmente iscritta al campionato di Serie A 2 della prossima stagione e vuole rassicurare i tifosi sulla ferma volontà della società di effettuare il miglior campionato possibile.

Fonte: Ufficio Stampa NPC Rieti.

Commenta