Nicolò Melli: E’ un nuovo inizio, ero consapevole delle difficoltà che avrei incontra

Nicolò Melli: E’ un nuovo inizio, ero consapevole delle difficoltà che avrei incontra

La stella azzurra Nicolò Melli si è raccontato a Eurodevotion: Zion sta recuperando, il paragone con Oden mi pare cattiveria gratuita

La stella azzurra Nicolò Melli si è raccontato a Eurodevotion, blog italiano dedicato ad EuroLeague. Ecco alcuni passaggi.

SUI PRIMI PASSI IN NBA

«Il bilancio per risultati di squadra non è straordinario, però lo ritengo positivo perché quando ho preso la mia decisione avevo la mente ben aperta ad affrontare questo nuovo mondo, senza aspettative particolari. E’ un nuovo inizio e personalmente ero consapevole delle difficoltà che avrei incontrato. Con tutto ciò il mio 2019 mi lascia alcune istantanee che mi accompagneranno per sempre».

SU ZION

«Impressionante è l’insieme di potenza e controllo che ha. Gli vai contro, tu voli via e lui resta lì. Sta recuperando, non so quando sarà pronto ma credo che stiano facendo di tutto senza correre rischi vista l’importanza e l’età del giocatore. Il paragone con Oden mi pare una cattiveria gratuita»

SULLA CRISI DEL FENERBAHCE

«Non posso giudicare e spero che possano ripartire e fare quello che è nelle loro possibilità. Importante che anche gli infortuni li lascino in pace, a partire da Vesely, uno che sposta e che conta tantissimo. Stanno provando di tutto, soffrono e si impegnano alla morte, ma a volte accade che certi momenti facciano girare tutto nel verso sbagliato. Pensa che solo quelle tre maledette partite perse sprecando grandi vantaggi (Zalgiris, Zenit e Valencia) sarebbero bastate per essere in piena corsa Playoff».

 

Commenta