Nicolas Batum chiede scusa per non aver reso secondo il valore del suo contratto

In 22 partite Batum ha messo insieme medie di 3.6 punti, 4.5 rimbalzi e 3 assist

Durante una lunga intervista con l’Observer, Nicolas Batum non ha problemi ad ammettere che non ha rispettato le attese dopo aver firmato un contratto da 120 milioni in 5 anni: “Questa franchigia ha un futuro brillante, ma non penso che ci sarà posto per me. Voglio scusarmi con tutti, perchè mi hanno dato tanta fiducia, ma le cose non sono andate bene

In questa stagione gli Hornets hanno deciso di dare spazio ai giovani, e l’ala francese ha visto il campo raramente nonostante sia il giocatore più pagato del team. Invece di lamentarsi, Batum ha mantenuto sempre un atteggiamento positivo, incitando i compagni e non discutendo le scelte di coach Borrego: “Non voglio essere egoista, non voglio essere quello che se la prende con il coach, che tira 25 volte a partita o che non si presenta agli allenamenti. Io non ho bisogno di fare questo, e nemmeno il team ne ha bisogno. C’è un ottimo gruppo di giovani, se in uno o due anni arriveranno ai playoff sarò molto orgoglioso.

Negli ultimi 2-3 anni non ho rispettato le aspettative, lo so bene. Da quando ho iniziato a giocare a basket ci sono state tante persone che dubitavano del mio valore. C’era chi credeva che non avrei mai lasciato la squadra del mio paese, chi pensava che non sarei stato scelto al Draft, o che non avrei firmato un secondo contratto in NBA.

Questa, dopo 15 anni, è la prima volta che chi dubitava di me ha avuto ragione“.

L’ala francese ha una player option per circa 27 milioni, e molto probabilmente la eserciterà.

Fonte: Charlotte Observer.

Commenta