Next Generation Educational con Biligha, Ferrero, Natali e Ricci

Paul Biligha, Giancarlo Ferrero, Nicola Natali, Giampaolo Ricci: a Next Generation Educational i professionisti anche nello studio

Paul Biligha, Giancarlo Ferrero, Nicola Natali, Giampaolo Ricci:  a Next Generation Educational i professionisti anche nello studio

Gli impegni di EuroLeague e campionato durante le feste sono stati pressanti, ma Paul Biligha, Giancarlo Ferrero, Nicola Natali, Giampaolo Ricci hanno voluto dara il loro preziosissimo contributo ai workshop di Next Generation Educational che tornano il 2 e 3 gennaio a Bologna, in contemporanea alla Next Generation Cup. Paul, Giancarlo, Nicola e Pippo hanno molto in comune: sono diventati giocatori di Serie A puntando forte anche sugli studi, un’esperienza fondamentale per la loro vita ma anche per la loro carriera sportiva. Esperienza tramessa agli Under18 della Next Generation Cup attraverso dei video in attesa di poter partecipare dal vivo, come hanno già fatto Ricci e Natali alle Final Eight di Firenze 2019, al progetto Educational.

Sono pochi i giocatori professionisti laureati o che stanno arrivando alla tesi come Paul Biligha e Pippo Ricci. Biligha, che si sta laurendo in scienze e tecnologie agrarie con una tesi sulle energie rinnovabili nell’Africa Subsahariana, sta realizzando un progetto nel suo Camerun per insegnare a utilizzare le biomasse per proteggere e salvare una foresta del suo Paese d’origine. Il suo consiglio è semplice: “Anche in serie A non si gioca tutto il giorno a basket – dice il centro dell’Armani Milano e della Nazionale – restano ore libere per studiare o impegnarsi in qualche progetto e crescere come persone. Cosa che aiuta anche a diventare giocatori migliori”.

A Pippo Ricci, nazionale della Virtus Bologna, mancano pochi esami per laurearsi in matematica. Una strada difficile perché è passata, come la sua carriera, attraverso atenei differenti (Roma, Pavia, Bologna) e situazioni nelle quali frequentare era quasi impossibile, ma che si sta concludendo. Ricci, nel suo video, pone l’accento su un fatto fondamentale per i ragazzi: “Una persona diventa interessante quando ha qualcosa da dire – sottolinea -, solo così sarete interessanti per quelli che vi circondano. Provate sempre a fare di più”.

Varese ha già due dottori in squadra. Sono il capitano Giancarlo Ferrero, laureato in amministrazione aziendale , che l’anno prossimo conseguirà la laurea magistrale in Economia, e Nicola Natali, laureato in scienze giuridiche, economiche e manageriali dello sport con 110 e lode. Ferrero ha deciso di continuare a studiare dopo la laurea triennale: “A chi mi chiede come faccio e pensa di non avere il tempo per riuscirci dico che può apparire paradossale, ma ho sostenuto molti più esami durante il campionato che d’estate: se hai il tempo contato, ci si organizza e si riesce a fare tutto meglio. Ai ragazzi dico siate decisi, cercate qualcosa che vi piace veramente. Io ho fatto così”. Nicola Natali sottolinea invece come l’università sia importante ma non sufficiente per costruirsi un futuro dopo il basket: “Il percorso principale è imparare a conoscere voi stessi – dice Nicola – e capire le vostre passioni. Oggi basta uno smartphone e con le università telematiche, corsi online, piattaforme di e-learning avete la possibilità di trasformarle in un vero mestiere. Oltre a voler diventare giocatori cercate di arricchiere le vostre conoscenze”. Parola di giocatori professionisti a chi si allena tutti i giorni per diventarlo.

COS’E’ NEXT GENERATION EDUCATIONAL IBSA

Next Generation Educational è un progetto della Lega Basket Serie A e di A Better Basketball sponsorizzato IBSA per scoprire, valorizzare, aiutare i giocatori dei vivai LBA o già professionisti in Serie A ad aver successo negli studi e a costruirsi un futuro nel mondo del lavoro durante la loro carriera sportiva.

La tappa di Bologna, che si tenendo durante i tornei di qualificazione della Next Generation Cup IBSA (27-28 dicembre, 2-3 gennaio 2020) prevede 4 workshop, uno per girone della manifestazione,  nei quali gli under 18 delle squadre LBA possono interagire  con l’ex azzurro Marco Mordente, oggi Business Coach e Speaker ispirazionale, oltre che avvalersi delle testimonianze di numerosi personaggi del basket che hanno raggiunto importanti traguardi post carriera nel campo dello studio o del lavoro come Maurizio Ragazzi, Mauro Di Vincenzo, Marco Bonamico, Marco Carraretto. Il format, della durata di 75′ complessivi che si tiene al Novotel Fiera, accanto alla Virtus Segafredo Arena, presenta anche interventi video di giocatori di serie A impegnati in una carriera accademica e professionale.

L’obbiettivo finale di Next Generation Educational che come nella prima edizione proporrà un sondaggio scolastico con gli atleti della Next Generation Cup e il cui workshop finale si terrà a Pesaro durante le Final Eight di coppa Italia 2020, è sostenere i giocatori-studenti nelle scelte che vorranno compiere avvalendosi della collaborazione di atenei e scuole di formazione.

IL PROGRAMMA DI BOLOGNA (dalle 14.30, inizio ore 15)

Venerdì 27/12:  Maurizio Ragazzi, Marco Mordente

Sabato 28/12: Mauro Di Vincenzo, Marco Mordente

Giovedì 2/1/2020: Marco Bonamico, Marco Mordente

Venerdì 3/1/2020: Marco Carraretto, Marco Mordente

DOVE

Novotel Fiera Bologna, via Michelino 73

COME PARTECIPARE

Il workshop è riservato ai giocatori della Next Generation Cup e a tutti i rappresentanti delle società LBA e LBF (Lega Basket Femminile) che hanno il piacere di intervenire. Ma, compatibilmente con i posti disponibili, è aperto a tutti i giocatori, allenatori e dirigenti dei settori giovanili che vorranno presenziare: basta mandare una mail a A Better Basketball (info@abetterbasket.it) specificando il numero di persone e la data del workshop scelto. Visto il numero limitato di posti a disposizione, ABB si riserva di accettare o meno le varie richieste o, eventualmente, di proporre una data alternativa.

Commenta