NBA Training Camp: Orlando Magic

NBA Training Camp: Orlando Magic

La regular season NBA è ormai alle porte, un training camp positivo è fondamentale per partire con il piede giusto

La stagione 2018 /2019 è ormai alle porte, con l’inizio dei training camp i team possono lavorare ufficialmente per migliorare la propria situazione in vista della Regular season.

Ogni team ha priorità diverse e una precisa time-line, ed opera di conseguenza. Nei prossimi giorni vedremo – brevemente – per ogni squadra tre dei principali punti di domanda.

 

Orlando Magic

 

1-Il ‘fosso’in cui i Magic sono sprofondati nella precedente gestione è di quelli difficili da  scalare. Nonostante tutti gli anni di scelte alte in lottery il roster non ha ancora una vera superstar, e le stagioni sembrano fin troppo uguali: qualche buona serie di partite qua e là, uno dei giovani che sembra stia per esplodere, ma poi si ritorna puntualmente nella mediocrità….

 

 

2-Il nodo del playmaker sarà il primo che Clifford dovrà sciogliere. Al momento è Augustin il titolare… Una scoring guard servirebbe come il pane, viste anche le caratteristiche dei vari Gordon, Isaac e Bamba, tutti giocatori che non hanno nelle corde il ruolo di leader offensivo. Probabilmente i Magic cercheranno di muoversi sul mercato per colmare questa evidente lacuna.

 

3-Jonathan Isaac è stato ricoperto di elogi da staff e compagni durante l’estate, tutti convinti delle sue potenzialità. L’ex Florida State ha atletismo e doti tecniche, può destreggiarsi in diversi ruoli e sa essere efficace anche dalla lunga distanza. Due i dubbi, il primo sulla tenuta fisica (subito fuori nella prima partita di preseason per un problema alla caviglia già infortunata lo scorso anno), il secondo sulla  mancanza di quel sano egoismo che è necessario per emergere a certi livelli.

Commenta