NBA Primetime Games: Le preview

NBA Primetime Games: Le preview

Le preview di Hornets-Jazz, in programma oggi, e Toronto-Dallas, per domani sera

Utah Jazz @ Charlotte Hornets – Sabato 21 Dicembre

I MOTIVI PER NON PERDERSELA

  • Devonte’ Graham di Charlotte è uno dei giocatori più forma in questa stagione. Scelto al secondo turno al Draft 2018, dopo una stagione da rookie con alti e bassi, sta guidando gli Hornets per punti e assist. Graham ha di recente segnato 40 punti nella partita vinta contro i Nets.
  • Donovan Mitchell di Utah ha rischiato di giocare per gli Hornets, che hanno avuto l’undicesima scelta all’NBA Draft 2017 e hanno selezionato Malik Monk. Mitchell è stato scelto due giocatori dopo dai Denver Nuggets e mandato ai Jazz. Mitchell è in ritmo per guidare i Jazz per punti segnati per la terza stagione consecutiva.
  • Malgrado una serie non particolarmente positive, Utah ha uno dei roster più profondi della lega ed è ancora vista come una contender ad Ovest. I Jazz vengono da alcune ottime stagioni.
  • Dopo aver saltato Donovan Mitchell nel 2017, gli Hornets hanno aggiunto Miles Bridges (2018) e PJ Washington (2019) con gli ultimi due Draft. Bridges è un atleta esplosivo con grandi doti offensive. Washington era uno dei giocatori “più pronti” all’NBA del Draft 2019.

GIOCATORI DA SEGUIRE

Terry Rozier, Hornets: Dopo essere stato la riserva di Kyrie Irving nelle scorse stagioni a Boston, Rozier sta finalmente avendo l’opportunità di essere un titolare a tutti gli effetti. È il secondo miglior giocatore degli Hornets per punti segnati.

Marvin Williams, Hornets: Cominciata la sua quindicesima stagione, l’ex scelta numero 2 2015 è ancora una riserva di qualità e leader per i giovani Hornets.

Bojan Bogdanovic, Jazz: Bogdanovic ha dato ai Jazz un secondo scorer di qualità alle spalle di Donovan Mitchell. Bogdanovic ha la seconda miglior percentuale da tre della lega.

 

Rudy Gobert, Jazz: Il due volte NBA Defensive Player of the Year è ancora alla guida di una delle migliori difese della lega. Gobert è alla ricerca della prima convocazione all’All-Star Game in questa stagione.

 

CURIOSITÀ

  • Rudy Gobert di Utah e Nicolas Batum di Charlotte sono stati compagni nella nazionale francese.
  • Marvin Williams di Charlotte ha giocato due stagioni con i Jazz (2012-14)
  • Devonte’ Graham di Charlotte proviene da Raleigh, N.C.
  • Mike Conley di Utah ha vinto per tre volte l’NBA Sportsmanship Award.
  • Il proprietario di Charlotte e leggenda NBA Michael Jordan ha guidato i Chicago Bulls alla vittoria del titolo in back-to-back contro i Jazz nel 1997 e 1998.

Dallas Mavericks @ Toronto Raptors – Domenica 22 Dicembre

I MOTIVI PER NON PERDERSELA

 

  • Il Kia NBA Rookie of the Year 2018-19 Luka Doncic è sulla giusta via per guadagnare una chiamata per l’All-Star Game alla sua seconda stagione – e sta inoltre generando parecchio rumore in ottica MVP a soli 20 anni.
  • L’ascesa di Pascal Siakam da partecipante ai campi giovanili in Cameroon al segnare 32 punti contro gli Warriors in Gara 1 delle NBA Finals 2019 sta continuando in questa stagione, giocando da MVP. Se dovesse rimanere in salute, Siakam sarebbe sicuro di essere nominato NBA All-Star per la prima volta.
  • I Mavericks hanno avuto sette giocatori internazionali nel roster dell’opening night. I Raptors ne hanno avuti invece cinque.
  • Dallas spera che Luka Doncic e l’All-Star 2018 Kristaps Porzingis diventino le pietre miliari della squadra nell’era post Nowitzki. Rientrato dopo aver saltato la scorsa stagione per la rottura del crociato, Porzingis ha mostrato lampi della sua grandezza in avvio di stagione.

GIOCATORI DA SEGUIRE

Delon Wright, Mavericks: Così come durante il suo periodo a Toronto, la stazza e le abilità di playmaking di Wright ha rafforzato la second unit dei Mavericks.

Maxi Kleber, Mavericks: Kleber ha impressionato molto il front office dei Mavericks. Rick Carlisle adora la sua versatilità e recentemente lo ha definito come un giocatore del calibro dei titolari.

Fred VanVleet, Raptors: VanVleet, che ha giocato un ruolo cruciale nella corsa al titolo dei Raptors dello scorso anno, ha innalzato il proprio gioco ad un altro livello.

OG Anunoby, Raptors: Anunoby è tornato nel quintetto di Toronto giocando ad alti livelli. L’ala londinese era un’ottima riserva lo scorso anno prima di un’improvvisa appendicite ad Aprile che lo ha costretto a saltare la maggior parte della corsa dei Raptors.

 

CURIOSITÀ

  • Kyle Lowry è stato un All-Star in ognuna delle ultime cinque stagioni. È il secondo giocatore (insieme a Chauncey Billups) ad essere stato nominato cinque volte All-Star dopo non esserlo stato in nessuna delle sue prime otto stagioni.
  • Delon Wright dei Mavericks ha passato le prime tre stagioni e mezzo con i Raptors, che lo hanno draftato nel 2015.
  • Maxi Kleber dei Mavericks proviene dalla stessa città di Dirk Nowitzki, Wurzburg.
  • Rick Carlisle è alla dodicesima stagione con i Mavericks, raggiungendo Erik Spoelstra di Miami come secondo coach più longevo alle spalle del solo Gregg Popovich di san Antonio.
  • Dallas ha tre giocatori i cui padri hanno giocato in NBA: Seth Curry (Dell), Tim Hardaway Jr. (Tim Sr.) e Jalen Brunson (Rick)

Fonte: Connexia.

Commenta