NBA Primetime Games: la preview

NBA Primetime Games: la preview

La preview di Sacramento-Denver e Lakers-Dallas

Denver Nuggets @ Sacramento Kings – Sabato 30 Novembre

I MOTIVI PER NON PERDERSELA

  • Buddy Hield di Sacramento è stato la sesta scelta assoluta all’NBA Draft 2016. Jamal Murray di Denver è stato la settima. Entrambi sono diventati due delle migliori giovani guardie della lega.
  • Questa partita vede coinvolti un alto numero di giocatori serbi con Nikola Jokic di Denver e Bogdan Bogdanovic e Nemanja Bjelica di Sacramento. Tutti e tre sono molto amici e hanno giocato insieme per la Nazionale serba alla FIBA Basketball World Cup 2019.
  • Bogdan Bogdanovic ha fatto un ulteriore step in avanti in assenza di De’Aaron Fox. Nonostante esca dalla panchina, Bogdanovic è un ottimo tiratore e playmaker con tanta esperienza alle spalle grazie al periodo passato in Europa e con la nazionale.
  • Dopo aver vinto 54 partite la scorsa stagione ed essere arrivati ad una vittoria dalle Western Conference Finals, i Nuggets hanno speranze reali di raggiungere le NBA Finals per la prima volta da quando sono in NBA dal 1976-77.

GIOCATORI DA SEGUIRE

Harrison Barnes, Kings: L’ex campione ed olimpionico è un punto di forza per i Kings su entrambi i lati del campo e in spogliatoio.

Nemanja Bjelica, Kings: Bjelica (Serbia) è il tipo di giocatore che serve ad ogni squadra: apre il campo ed ha un alto IQ cestistico.

Will Barton, Nuggets: Barton è in forma e sta giocando ad alti livelli. Michael Malone, head coach, lo ha elogiato per il suo impegno e per le sue giocate.

Gary Harris, Nuggets: Harris continua ad essere sottovalutato come una delle più efficenti e complete shooting guard.

 

CURIOSITÀ

  • Jerami Grant di Denver è il figlio dell’ex giocatore NBA Harvey Grant.
  • Bol Bol, che ha un two-way contract con i Nuggets, è il figlio dell’ex centro NBA Manute Bol.
  • Michael Porter Jr. di Denver è stato allenato al liceo dall’ex star NBA Brandon Roy.
  • Il capo allenatore dei Kings Luke Walton è stato compagno di squadra dell’ala dei Kings Trevor Ariza per due stagioni ai Lakers, vincendo il titolo nel 2009.
  • Buddy Hield è uno dei giocatori NBA provenienti dalle Bahamas; l’altro è Deandre Ayton di Phoenix.

Dallas Mavericks @ Los Angeles Lakers – Domenica 1 Dicembre

I MOTIVI PER NON PERDERSELA

  • I Lakers sembrano potenzialmente inarrestabili grazie a LeBron James, Anthony Davis e un buon mix di giocatori di ruolo. I Mavericks sono una delle squadre maggiormente migliorate grazie all’astro nascente Luka Doncic (Slovenia) e al neo arrivato Kristaps Porzingis (Lettonia).
  • Luka Doncic potrebbe davvero essere il LeBron James della sua generazione. I due hanno avuto statistiche simili da rookie, giocando con una naturalezza e fluidità non comune. Doncic ha già fatto registrare più triple-doppie di chiunque alla sua età, continuando però a distribuire il gioco ai suoi compagni senza pressioni.
  • Dallas spera che Luka Doncic e l’All-Star 2018 Kristaps Porzingis saranno le pietre miliari dell’era post-Dirk Nowitzki. Rientrato dopo aver saltato la scorsa stazione per la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio, Porzingis è un giocatore unico che unisce la sua stazza alla capacità di tiro.
  • Parlare di LeBron James come “finito” è stato un po’ prematuro. Il quattro volte MVP recentemente è diventato il giocatore più vecchio (compirà 35 anni il 30 dicembre) della storia a far registrare tre triple-doppie di fila. James guida la lega per assist e ha portato i Lakers al top della Western Conference.

GIOCATORI DA SEGUIRE

Kyle Kuzma, Lakers: Il rientro di Kuzma ha dato ai Lakers un terzo scorer affermato. L’ala 24enne è già stato decisivo in alcuni finali di gara.

 

Danny Green, Lakers: Green è un due volte campione NBA con gli Spurs e i Raptors. La sua difesa e il suo tiro da tre punti sono assolutamente complementari a LeBron James e Anthony Davis.

Delon Wright, Mavericks: Al pari del tempo passato a Toronto, le sue dimensioni e le sue abilità da playmaker guidano bene la second unit dei Mavericks.

Maxi Kleber, Mavericks: Kleber (Germany) ha avuto un altro grande impatto nel front office dei Mavericks. Rick Carlisle ama la sua versatilità e recentemente lo ha definito come un giocatore da quintetto.

 

CURIOSITÀ

  • Maxi Kleber dei Mavericks proviene dalla stessa città in Germania (Wurzburg) di Dirk Nowitzki.
  • Rick Carlisle è alla dodicesima stagione con i Mavericks, pareggiando Erik Spoelstra di Miami per il secondo coach più longevo dietro a Gregg Popovich di San Antonio.
  • Dallas ha tre giocatori i cui padri hanno giocato in NBA: Seth Curry (Dell), Tim Hardaway Jr. (Tim Sr.) e Jalen Brunson (Rick).
  • Il rookie dei Lakers Talen Horton-Tucker è il secondo giocatore più giovane della lega, compiendo 19 anni il 25 novembre.
  • Quinn Cook e JaVale McGee hanno vinto un titolo insieme con i Golden State Warriors nel 2017-18

Fonte: Connexia.

Commenta