NBA, in arrivo la Coach’s Challenge

La NBA cerca di ridurre al minimo gli errori arbitrali

La NBA ha annunciata che dalla prossima stagione sarà in vigore la Coach’s Challenge.
In pratica un team potrà chiedere l’istant replay su determinate situazioni, a patto di avere ancora un timeout rimanente.
Questa opzione non sarà però possibile negli ultimi due minuti di partita, quando solo gli arbitri avranno facoltà di chiedere il replay.
Inoltre dall’NBA Replay Center potranno arrivare segnalazioni su determinate situazioni (tiro da due o da tre, shot clock violations), tranne che per i due minuti finali.
Per agevolare le comunicazioni tra il Replay center e gli arbitri ci sarà una nuova figura, chiamata ‘courtside administrator’.

Fonte: NBA.com.

Commenta