Movember: la Leonessa sostiene la campagna di prevenzione della salute maschile

Movember: la Leonessa sostiene la campagna di prevenzione della salute maschile

Movember è un movimento mondiale incentrato sulla prevenzione di patologie quali carcinoma alla prostata, al testicolo e depressione maschile

Novembre è il mese dedicato alle prevenzione della salute maschile. Una tematica delicata, che intende sfidare gli stigmi culturali incastonati nella tradizione, spesso volti a dipingere la figura maschile come granitica e incrollabile. Come se gli uomini non potessero concedersi il lusso della fragilità.

Per questa ragione, nel 2003 nasce Movember: un movimento mondiale incentrato sulla prevenzione di patologie quali carcinoma alla prostata, al testicolo e depressione maschile, sviluppato in iniziative collaterali ed immediatamente riconoscibili dal segno distintivo scelto per la sua promozione: due lunghi baffi in stile “mustacchio”.

Con grande partecipazione e desiderio di offrire il proprio concreto contributo, anche Basket Brescia Leonessa ha deciso di aderire alla causa, avviando una collaborazione con l’eccellenza medica di Poliambulatorio Oberdan nell’ambito del progetto Sport & Salute, per l’organizzazione di una serie di eventi illustrati in occasione della conferenza stampa di presentazione della settima giornata di Campionato tra Fortitudo Pompea Bologna-Germani Basket Brescia.

Nelle giornate di venerdì 8 novembre e mercoledì 20 novembre, la struttura di Via Oberdan metterà a disposizione delle visite urologiche di screening gratuite, grazie alla sensibilità e alla competenza del Prof. Alessandro Antonelli e del Dott. Marco Finamanti, entrambi urologi.

“Ringrazio Basket Brescia Leonessa per l’accoglienza della campagna, che è stata immediata, pronta ed efficace – è il pensiero del Prof. Antonelli, presente alla conferenza stampa – . L’uomo si trincera spesso dietro le proprie debolezze e in questo senso Movember, con la propria filosofia, ha fatto breccia: anche l’uomo deve essere oggetto di promozione e sensibilizzazione della salute e Movember è il modo giusto per farlo”.

Anche il Dott. Federico Maffezzoni, psicologo di Poliambulatorio Oberdan, presenta gli obiettivi del progetto: “La volontà è quella di tradurre tutte queste attenzioni a livello locale, per informare il più possibile rispetto ai processi di salute e ai fattori di rischio e di protezione, oltre alle implicazioni associate alla condizione di malato, laddove vi è l’insorgenza della patologia. Il fine è quello di ingaggiare la comunità come co-attrice e collaboratrice, in modo da fare luce su questi argomenti”.

Aspetto cruciale della campagna è che essa si muova anche in direzione del mondo sportivo, per il quale la Leonessa è un fiero punto di riferimento cittadino: mercoledì 13 novembre, in occasione della gara casalinga tra Germani Brescia Leonessa e Joventut Badalona (incontro valido per la settima giornata di EuroCup) il club bresciano ha organizzato una simpatica iniziativa per concorrere alla diffusione del messaggio. L’angolo truccabimbi realizzato da CFP Zanardelli, partner della Leonessa, sarà infatti dedicato agli uomini presenti al palazzetto, che potranno farsi dipingere un paio di baffi, simbolo di Movember.

A conclusione del ricco mese, l’ultimo appuntamento da segnalare è fissato per lunedì 25 novembre con un evento gratuito indirizzato all’intera comunità, che permetterà l’incontro ed il dialogo informale con esperti del settore quali il Prof. Alessandro Antonelli e il Dott. Fabio Marchetti (psicologo, psicoterapeuta e specializzato in psiconcologia) per approfondire tematiche cliniche, emotive e sociali. Per partecipare alla serata conclusiva è richiesta l’iscrizione all’indirizzo e-mail allasalute@outlook.itA tutti gli iscritti verrà regalata la maglietta #Movember, realizzata per l’occasione.

Perché parlarne non è mai abbastanza, ma iniziare a farlo è il primo passo verso il cambiamento

Fonte: Ufficio stampa Brescia.

Commenta