Moraschini: Il futuro? C’è tempo, l’ho detto al club. Non è questione di soldi

Moraschini: Il futuro? C’è tempo, l’ho detto al club. Non è questione di soldi

Il leader della Happy Casa Brindisi: A Brindisi ho trovato una squadra in cui Simone Giofrè e Vitucci mi hanno fatto un discorso chiaro, a 28 anni

Il leader della Happy Casa Brindisi Riccardo Moraschini si racconta a Tuttosport: «A Brindisi ho trovato una squadra in cui Simone Giofrè e Vitucci mi hanno fatto un discorso chiaro, a 28 anni. Poi con i minuti cresce la fiducia. Dopo l’infortunio di Clark mi hanno ulteriormente responsabilizzato in un molo nuovo, playmaker. E funziona. Certo, mi vedevano in allenamento, però hanno rischiato in un ruolo delicato. Mi hanno fatto sentire importante».

E sul futuro: «C’è tempo, l’ho detto al club. Non è questione di soldi. Un ruolo preciso e giocare tanto mi piace. Ma non decido adesso. Importante è finire bene, poi vedremo».

Commenta