Milano di un altro livello, dominata Brescia 81-59 e raggiunta la finale di Supercoppa

Milano di un altro livello, dominata Brescia 81-59 e raggiunta la finale di Supercoppa

James e super Nedovic (23+4+7) guidano l'Olimpia che asfalta i padroni di casa e sfiderà la FIAT Torino in finale di Supercoppa

Seconda semifinale di Zurich Connect Supercoppa 2018: i padroni di casa della Leonessa Brescia, nella prima gara ufficiale del nuovo palazzetto, sfidano i campioni d’Italia dell’Olimpia Milano.

Palla a due ore 20:45, sfida tra Diana e Pianigiani in diretta su Eurosport ed Eurosport Player.

Inizio favorevole ai padroni di casa, 3-0 nel caldissimo PalaLeonessa. Micov segna i primi punti della stagione di Milano, Hamilton è subito in partita ma dall’altra parte si sblocca Brooks, dopo due errori. Mika realizza con un po’ di fortuna, Abass trova il primo canestro dell’ex ma l’Olimpia è a contatto, merito della tripla di Nedovic. L’ala della nazionale è in fiducia, James pesca la giocata da 4 punti ed è primo vantaggio EA7, 13-11 dopo 6 minuti di gioco. L’appena entrato Beverly segna ma manca il libero supplementare, Micov è troppo solo nell’angolo per sbagliare la tripla, con Milano avanti 20-13 grazie alla super schiacciata di James ed al primo canestro di Burns. Gli uomini di Pianigiani mantengono inalterato il vantaggio, è +7 per gli ospiti a fine primo quarto.
Il canestro di Moss, dopo i liberi di Milano, fa esultare il pubblico di casa, che prova a lanciare la rimonta della Leonessa, sotto 16-25 contro le giocate di Della Valle. Vitali si sblocca con i liberi, Gudaitis stoppa e James dall’arco scrive il +10, tra le proteste di coach Diana. Hamilton prova a risvegliare Brescia, Nedovic la ricaccia subito indietro ma Vitali dalla distanza convince Pianigiani a fermare il gioco, sul 33-25 per i campioni di casa. Con un perentorio 10-0 di parziale la Germani riapre il match, Allen sale in cattedra ed è Nedovic dall’altra parte a chiudere il break casalingo, per il 35-30 entrando negli ultimi 2 minuti del primo tempo. Burns si divora due canestri in appoggio, Micov manca la preghiera da centrocampo e l’EA7 chiude sul +5 a metà match.

[spbk-gallery post_id=”3318″]

Parte forte l’Olimpia al rientro in campo, immediato 10-0 condotto da Micov-Nedovic-Gudaitis, con due canestri del play Serbo decisivo nel 45-30 dei 22’. Dopo il timeout la squadra di Diana non riesce a sbloccarsi, Micov punisce ancora dall’angolo ed il lungo Lituano guadagna i liberi del +19, con Milano in controllo totale. Nedovic non sbaglia nulla, Beverly chiude il 17-0 di parziale e nonostante i tentativi di Hamilton ed Abass la Germani è decisamente lontana, sotto 54-35 con 120 secondi da giocare nel quarto. Mike James inventa un canestro fuori dal mondo, Sacchetti va per la prima volta a punti ed il terzo periodo si chiude sul 58-41 per l’EA7.
Tanti errori in avvio di ultimo quarto, negativo per Brescia con il tempo che scorre e lo svantaggio che resta invariato. Nedovic è infallibile (6/8 da 3) e raggiunge quota 20, Allen prova a risvegliare i suoi ma con Mike James l’Olimpia resta sul +25 a poco più di 5 minuti dal termine della semifinale, 70-45. Abass prova a rendere meno amara la sconfitta, l’EA7 di Pianigiani spazza via senza problemi i padroni di casa e raggiunge Torino in finale, netto successo 81-59 e notevole prova di forza nella prima uscita ufficiale del 2018/19.

[pb-team id=”178″]
Nedovic 23+4+7, James 17 con 4 assist, Micov 12+5, Gudaitis 9+11, Kuzminskas 7, Della Valle 5, Burns 3+6, Cinciarini 3, Brooks 2+9

[pb-team id=”2308″]
Abass 15, Hamilton 14+10, Allen 9, Mika 7, Vitali 5+5+9, Moss 3, Sacchetti 3, Beverly 2, Zerini 1

Commenta