L’overtime premia Milano: Sassari combatte per 45′ ma non basta

L’overtime premia Milano: Sassari combatte per 45′ ma non basta

Il Banco di Sardegna rimonta nel finale a suon di triple e con un meraviglioso Bamforth portando la gara all’overtime. Nei cinque minuti extra è un lungo testa a testa con Milano che riesca a spuntarla e rimanere imbattuta. Finisce 107-106

Alle 17 scendono in campo il Banco di Sardegna Sassari e l’ AX Armani Exchange Milano .

Quintetti

Dinamo Sassari. Smith, Bamforth, Petteway, Thomas e Cooley.

Olimpia Milano. James, Brooks, Fontecchio, Nedovic, Burns.

I QUARTO. Dinamo Sassari  18 – Olimpia Milano 21

Milano apre le danze con Burns in lunetta, Sassari rompe il ghiaccio con Bamforth dall’arco: coach Esposito è costretto a chiamare in panchina Petteway, autore di due infrazioni nei primi minuti. Botta e risposta dai 6.75 tra Fontecchio e Pierre. Milano mette la testa avanti con Brooks e Nedovic. Il Banco risponde con Bamforth che non sbaglia a cronometro fermo e la schiacciata di Cooley. Gudaitis suona la carica alle scarpette rosse, 4-0 isolano con Thomas e Smith. L’ex Brooks riporta Milano in parità, Micov sigla il sorpasso ma Bamforth dalla lunetta scrive il 18 pari. La preghiera allo scadere di Kuzminskas chiude il primo quarto 18-21.

II QUARTO. Dinamo Sassari 41- Olimpia Milano 45

E’ un super Jack Cooley ad aprire la seconda frazione, Jerrells punisce dalla lunga distanza ma Polonara sigla il 24 pari. 2+1 di Cooley e Sassari mette la testa avanti, ma il contropiede di Cinciarini tiene il match in equilibrio. Mike James si iscrive a referto con un break di 5 punti. Milano prova a scappare via, la coppia James-Brooks e Gudaitis  scrivono il +10. Smith accorcia le distanze dai 6,75, Polonara monetizza il fallo antisportivo a cronometro fermo. Cooley accorcia ancora e si ba negli spogliatoi sul punteggio di 41-45.

III QUARTO. Dinamo  Sassari 63 – Olimpia Milano 68

Parziale di 6-0 in avvio delle scarpette rosse con James e Gudaitis, Polonara e Cooley sbloccano i padroni di casa. Sassari bombarda dall’arco con Bamforth e Petteway e accorcia le distanze. L’Olimpia scrive +11 con Burns e Micov. Reazione isolana con canestro and one di Smith, Thomas riporta i suoi a -5.

IV QUARTO. Dinamo Sassari 91 – Olimpia Milano 91

La Dinamo chiude la rimonta con Thomas, Spissu e la bomba di Gentile: con 8′ sul cronometro si apre una nuova partita. Jerrells e Cinciarini puniscono dalla lunga distanza, Smith e Bamforth tengono la sfida in equilibrio. Botta e risposta tra le squadre, Pierre trova il canestro del +2 sassarese e coach Pianigiani chiama minuto (80-78). Sia Nedovic sia Gudaitis fanno 1/ 2 a cronometro fermo, Sassari invece va a segno con Gentile. Nedovic gela il PalaSerradimigni con tripla and one e un break di 9 punti che scrive il vantaggio lombardo. Il tabellone dice 82-89 con poco più di 100” da giocare. Due triple di Bamforth e i padroni di casa si riportano a -1 con 14”. James non trema a cronometro, ma Bamforth infila la tripla del pareggio. Sul cronometro restano 5”. Overtime!

OT. Dinamo Sassari 106 – Olimpia Milano 107

Canestro and one di Gudaitis, Bamforth risponde con la stessa moneta: il giocatore dell’Olimpia però è costretto alla panchina per la quinta infrazione. Bamforth ancora in lunetta, non sbaglia: James a cronometro fermo porta avanti Milano. Burns infila il punto 101 di Milano: adesso le scarpette rosse conducono sul +3.Cooley e James fanno 1/2 per parte dalla lunetta, Bamforth non trema e sigla il -1. Ma la tripla di Micov sembra chiudere la partita, ma Sassari non ci sta: tripla di Smith del -1. Micov monetizza il quinto fallo di Bamforth. La preghiera finale di Pierre è lunga : al PalaSerradimigni finisce 106-107.

[pb-game id=”399069″]

Commenta