Milano archivia la pratica Treviso nell’ultimo quarto, successo Olimpia 91-67

Milano archivia la pratica Treviso nell’ultimo quarto, successo Olimpia 91-67

Un ritrovato Gudaitis ed i punti di Sykes (18 con 10 assist) guidano l'AX nella vittoria all'Allianz Cloud, la De'Longhi regge tre quarti ma crolla stremata nel finale

Anticipo del mezzogiorno, eccezionalmente all’Allianz Cloud, per l’Olimpia di coach Messina. Milano ospita una Treviso in caduta libera, acciaccata ed in crisi di risultati.

Palla a due ore 12:00, rientro nei 12 per Nedovic, riposo per Rodriguez e Micov.

Tre liberi di Logan e la bella giocata di Fotu aprono il match, Scola sfrutta l’esperienza spalle a canestro ma è 7-2 ospite, con Treviso a sfruttare i rimbalzi offensivi. La stoppata di Tarczewski non viene concretizzata in attacco, Moraschini è propositivo ma la tripla di Nikolic in transizione vale il +6 di metà periodo, subito ricacciata indietro dal canestro di Roll. Alviti prima e Fotu dopo fissano il punteggio sul 19-11, il coach di casa chiama timeout e la squadra reagisce, con i nuovi innesti Nedovic e Gudaitis. Capitan Cinciarini pareggia dall’angolo, Tessitori lotta sotto canestro ed è 19-22 al termine del primo quarto.
La sfida resta in equilibrio, Fotu commette il terzo fallo personale sul 26 pari, con l’AX guidata offensivamente dal centro Lituano e da Brooks. Parks prova a prendersi responsabilità in attacco, Sykes dalla lunetta firma il primo vantaggio Olimpia ma Imbrò è preciso da lontano, nuova parità con l’alley-oop Roll-Tarczewski. Con i liberi i bianco-rossi restano incollati, Parks è in doppia cifra personale e dopo il canestro di Logan si chiude un interminabile primo tempo, 41-41 a tabellone con 31 giri in lunetta e 24 falli fischiati sul parquet.

Scola da tre guida Milano sul +4, gli avversari reagiscono con l’insospettabile Alviti: personalità con due triple consecutive e la palla rubata in difesa, 45-47 e minuto di sospensione per il coach ex Spurs. Il vice campione del mondo replica dall’arco, Fotu torna a segnare e con un movimento stupendo David Logan si libera, per realizzare comodamente il 52-50 del 25’. Nikolic allunga, l’Armani torna con costanza in lunetta e si riporta avanti, 61-56 dopo tre quarti con Biligha a stoppare e Sykes a concludere sulla sirena del periodo.
Moraschini parte forte con 5 punti in fila, Logan risponde ma la De’Longhi inizia a soffrire i problemi di falli, perdendo Chillo e Tessitori. Sykes prende per mano la squadra portandola sul +10, il pubblico si accende dopo il tecnico alla panchina Milanese e gli arbitri perdono il controllo del match: Parks perde la testa dopo una dubbia chiamata ed anche a lui viene fischiato fallo tecnico, il quinto per l’Americano. Biligha è prezioso e Milano vola sul 79-60, con il play neo-arrivato scatenato in attacco. La sfida è già in archivio, spazio per Burns e Dellavalle nel garbage time finale: ultimo quarto da 30-11, 36/45 ai liberi per la squadra di Messina e netto successo 91-67, con doppia-doppia per Sykes e segnali positivi da Gudaitis. Treviso crolla sfinita negli ultimi 10 minuti e non riesce a ritrovare la vittoria in LBA.

[pb-game id=”420277″]

Commenta