Messina: Della Valle lavora seriamente. Mi sta impressionando molto

Messina: Della Valle lavora seriamente. Mi sta impressionando molto

Ettore Messina, coach di AX Armani Exchange Milano, commenta così il successo sul Baskonia

Ettore Messina, coach di AX Armani Exchange Milano, commenta così il successo sul Baskonia: «La gara è cambiata nel secondo quarto, quando siamo passati ad una difesa aggressiva, portando pressione sui loro portatori di palla, con Mack e Della Valle soprattutto, riducendo le palle perse anche. Successo importante contro una squadra di livello e tradizione, ben allenata, e fermando un giocatore come Shengelia, che ha appena ottenuto il premio di mvp di giornata. Nel finale il margine poteva essere più ampio, e grazie al pubblico per il sostegno nei momenti più difficili».

Grande prestazione per Della Valle: «Vedo un ragazzo che si impegna, che lavora seriamente. Sta facendo bene in attacco, che sceglie con pazienza i suoi momenti, e dando una mano in difesa. Bravi Fioretti e Tom a metterlo a suo agio, e lui a fare un ottimo lavoro, come nel finale su Vildoza. Sono impressionato, non pensavo potesse avere questo impatto: sapevo che aveva margini di miglioramento ma, bravo lui».

Su Shelvin Mack, altra buona prova: «Qui tutti lavorano individualmente molto bene. La difesa oggi ci ha messo una bella pezza, e lui come Della Valle hanno avuto un ottimo impatto. E ha anche avuto un miglioramento offensivo, anche se ha l’abitudine di andare nel traffico abituato ai pochi aiuti dal lato debole del basket USA. E’capitato oggi anche il Chacho, con un paio di palle perse che non dovrebbe fare. Un passo in avanti».

Sulle scelte su Shengelia: «Due settimane che ne faceva 25 a partita. Ci pareva giusto provare a limitarlo rompendogli il ritmo. Una volta che lui la passava fuori, recuperavano sui tiratori».

Sul calendario: «Diventa più difficile ora, con trasferte complicate. Bisogna avere pazienza, non guardare la classifica, cercare di raccogliere più punti possibile, dove possibile. Ho comunque la fortuna di avere giocatori come il Chacho, Luis e Roll, molto calmi, che non vanno mai in ansia».

Sulla difesa: «Ovvio che sia contento. Sono bollato da sempre come difensivista, sono come Trapattoni, ma non mi interessa. Qui si vince combattendo su ogni possesso. E la gente apprezza l’impegno dei ragazzi».

 

Commenta