Meo Sacchetti: ‘Peccato di lucidità nel finale’

Meo Sacchetti: ‘Peccato di lucidità nel finale’

Il rammarico del coach, anche per l'elevato numero di tiri liberi falliti

“Partita maschia, alla fine si è risolta in un paio di possessi nel finale. Abbiamo sbagliato troppi tiri liberi, qualche palla persa di troppo, specie nel finale in cui abbiamo peccato di lucidità. Sapevamo sapere essere una partita molto fisica, e abbiamo cercato soluzioni alternative in area.

Abbiamo avuto pochi tiri facili, avremmo dovuto realizzarli; quindi c’è del rammarico.

Non siamo riusciti a fare un break importante, e Trento, per mentalità, è una squadra capace di recuperare sempre.

Stasera Diener è partito male, appariva un po’nervoso perché chiedeva un fallo non sanzionato.

Anche i migliori possono avere dei passaggi a vuoto.

 

Complessivamente, il divario tra le due forze in campo, non è parso così evidente, considerato anche che avete dovuto ancora fare a meno del vostro giocatore migliore, Crawford.

“Ci siamo quasi abituati.

Il fallo tecnico sanzionato a Ruzzier nel finale? L’arbitro mi ha detto “ha urlato” “.

Commenta