Meo Sacchetti: ‘In 5 partite non siamo riusciti a capire come non lasciare giocare la Reyer’

Meo Sacchetti: ‘In 5 partite non siamo riusciti a capire come non lasciare giocare la Reyer’

Rammaricato ed arrabbiato il coach biancoblù per l'avvio di gara negativo della squadra

<<Si é conclusa la stagione. Non siamo riusciti a capire dopo 5 partite che se si lascia giocare la Reyer, non la si può battere. Se non si arriva con la testa e con il fisico , occorre metterci dell’altro: questo é l’unico ripianto che ho, ed é il rimpianto di avere visto la medesima cosa nel primo quarto di stasera. Ha vinto Venezia, che é superiore. Giusto che rimanga l’amarezza per questa sconfitta, seppur contro una squadra di livello. Da domani penseremo al buono, ma oggi é giusto che rimanga un po’ di amarezza per il primo quarto di questa sera.

Nella mia testa, mi aspettavo di aggredire la partita dall’inizio e di avere problemi di falli dopo pochi minuti; invece é stata la Reyer ad esaurire il bonus prima di noi.

Di solito non mi arrabbio, ma oggi concedetemelo.

Certamente abbiamo delle attenuanti: provati, acciaccati, 5 americani, ma con Diener ne abbiamo avuti 6 per l’intera stagione.

Ha vinto con merito Venezia, e visto quanto hanno esultato, penso che per loro non sia stato semplice spuntarla.

Ora andrò a casa, mi berrò una Ichnusa, se la trovo, entrando sùbito in clima finale. E non chiedetemi per chi farò il tifo.

In riferimento alla stagione, é stato un piacere trascorrerla con questi ragazzi che l’hanno resa molto bella, e a cui rimarrò sempre legato>>.

Commenta