Meo Sacchetti: ‘Contento della vittoria, non dell’atteggiamento della squadra’

Meo Sacchetti: ‘Contento della vittoria, non dell’atteggiamento della squadra’

Critico il coach verso gli errori da sufficienza espresse dalla squadra nel finale di gara

<<Contento della vittoria; sicuramente non contento della mia squadra. Nel primo tempo siamo stati pigri. Nel finale abbiamo peccato di sufficienza, sbagliando a ripetizione i canestri decisivi per la vittoria.

Ho detto ai ragazzi che se abbiamo capito che dobbiamo giocare con intensità, bene; altrimenti sarebbe stato meglio perdere questa partita per capire la lezione. Noi non possediamo il talento per permetterci di giocare con sufficienza. Colpa anche mia che non sono riuscito a trasmettere il concetto.

Oggi bene Happ, come pure Sobin. Avere una coppia di lunghi così, ci faccio la firma.

Chiaro che la nostra efficienza a rimbalzo offensivo è una lieta sorpresa: in estate erano arrivati due lunghi americani che non erano quelli visti nei filmati. Oggi abbiamo un lungo diverso.

In avvio di stagione sbagliavamo anche tanto al tiro, fattore che induceva una quantità superiore di palloni vaganti>>.

Come beneficerà Happ dal rientro di Diener?

<<Ne beneficerà Happ, sarò contento io e anche gli altri giocatori. Oggi Ruzzier ha sopperito egregiamente alla sua assenza, sicuramente motivante per lui>>.

Akele sta prendendo fiducia,

<<Vero, anche se oggi ha perso due palloni perché ha rifiutato due tiri; preferisco un tiro sbagliato ad una palla persa>>.

Palmi?

<<Mi dispiace perché è un ragazzo splendido, che si applica. Difficile dargli ancora delle chance, perché l’allenatore deve cercare di vincere le partite. Sicuramente per lui non è semplice passare dal campionato finlandese al nostro>>.

Stojanovic in progresso

<<E’un ragazzo che ha enormi potenzialità e sul quale lavoriamo costantemente>>.

Commenta