Meo Sacchetti: ‘Ci prendiamo due punti guadagnati in funzione di un gran primo tempo’

Meo Sacchetti: ‘Ci prendiamo due punti guadagnati in funzione di un gran primo tempo’

Il coach riconduce la flessione del secondo tempo alla difficoltà ad arginare la forza fisica dell'avversario, specie a rimbalzo offensivo

“Che dire? Ci prendiamo due punti in funzione di un gran primo tempo, pur avendo patito oltre modo la loro fisicità nel secondo tempo. Oltre a riuscire a realizzare canestri difficili, nel secondo tempo loro ci hanno ammazzato a rimbalzo. Ricordavo la loro partita contro la Stella Rossa, anche avanti di 20 non ero tranquillo.

Difficile parlare dei singoli nostri: abbiamo parecchi uomini in doppia cifra. Quando Brescia si è ravvicinata, un canestro di Ruzzier l’ha ricacciata indietro.

La pallacanestro è bella per questo; naturalmente per me questa sera è un po’più bello.

Nel finale dovevamo fare cambi su Brian in cui non siamo riusciti: due volte ha segnato, una volta ci ha graziato. E’il suo mestiere.

Diener? Se sta bene, ha capacità di lettura come pochi; ha talento, quel talento che nessuno può instillare. Ce lo coccoliamo, lo teniamo bello vispo per le partite, con due allenamenti pieni in settimana.

Abass? Non stupisce per il rendimento in corso.

Circa le convocazioni per i mondiali, mi sono messaggiato con Moretti, congratulandomi con lui per il fatto di essere stato premiato per i suoi studi accademici che avvalorano quanto fatto in NCAA. A fine campionato, avrà luogo ogni valutazione definitiva in ottica nazionale.

Ho visto che mia moglie ha fatto dichiarazione pro Brescia. Sapete che per la mamma i figli vengono prima del padre. Questa sera le toccherà pagare la cena”.

Commenta