Meo Sacchetti: ‘All’inizio abbiamo fatto giocare Venezia come ha voluto, non doveva succedere’

Meo Sacchetti: ‘All’inizio abbiamo fatto giocare Venezia come ha voluto, non doveva succedere’

Il rammarico del coach biancoblù per il mancato sorpasso finale viziato da un avvio di gara addormentato

<<Abbiamo cercato di riacciuffare la partita con le unghie e con i denti, siamo arrivati al tiro del pareggio senza riuscire nell’intento. Ogni volta che abbiamo fatto il break, sbagliavamo i tiri che ci avrebbero permesso di riagganciare la partita.

Abbiamo tirato male da tre, siamo andati sotto a rimbalzo; tutte le statistiche ci condannano.

Abbiamo iniziato la partita lasciando giocare Venezia come ha voluto, subendo la ferocia avversaria con l’atteggiamento di chi entra in palestra ancora addormentato con il segno del cuscino sul viso; questa é una cosa che non doveva succedere, ma é successa. Siamo andati troppo morbidi, non abbiamo commesso fallo per interrompere la loro circolazione di palla iniziale.

Travis stava già male la partita scorsa, abbiamo voluto provare, ma poi non ce la faceva e l’ho tolto.

Nessuna intenzione di risparmiare nessuno in vista della partita successiva; non è nella mia mentalità. E’ che certi dispendi di energie, poi possono andare a gravare sulla partita successiva. Nella prima frazione, ho cercato di inserire altri giocatori nell’intento di far scoccare la scintilla>>.

Commenta