Melli indica la strada, il Fener non la smarrisce e ha ragione di un Khimki orgoglioso

Courtesy of Getty Images

Courtesy of Getty Images

Seconda vittoria consecutiva per il Fener che, nonostante percentuali elevate, deve sudare per aver ragione del Khimki

Conferme e passi avanti. Il Fenerbahce regola il Khimki Mosca (93-85 il finale) in una gara più combattuta del previsto, specie dopo quanto visto nel secondo periodo. Deve sudare le proverbiali sette camicie la squadra di Obradovic per avere ragione di un Khimki mai domo. Eppure… All’intervallo lungo è doppia cifra di vantaggio per i padroni di casa (54-43) grazie anche ai 16 punti di Niccolò Melli. Il lungo italiano si prende la scena per venti minuti ma non segnerà più nella ripresa e il Fener per un po’di minuti perde le sue certezze. Il Khimki, dal canto suo, ritrova il suo leader: Shved segna 10 punti nel solo terzo periodo, chiudendo con 23 a referto e 8 assist (ma anche 6 perse) e con il contributo di Toni Crocker fa tornare i russi in partita. Due volte parità (a quota 66 e a quota 68) ma il Khimki non mette mai la testa avanti. E il Fenerbahce allora scappa nuovamente, trovando le certezze di Sloukas e Alì (rispettivamente 3/3 e 4/5 da tre punti) e la solita sostanza di Gigi Datome (14 punti, 6/8 dal campo). Un dato? Il Fener finirà la partita con il 69.7% da due e il 61.1% da tre. Eppure che fatica per aver ragione del Khimki…

Euroleague 2018-2019 - 17 Ottobre 2018, 19:45
Fenerbahce 93 85 Khimki Moscow Region
Vai al boxscore

Commenta