Massimo Macchi: Chiesto incontro a Petrucci. Spero abbia occhio di riguardo per Siena

Massimo Macchi: Chiesto incontro a Petrucci. Spero abbia occhio di riguardo per Siena

Massimo Macchi: I Macchi in ogni caso vogliono restare a Siena. Però i cittadini non mi vogliono più

Massimo Macchi, numero 1 della OnSharing Siena, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Radio Siena TV sul momento drammatico che sta vivendo la società che rischia l’esclusione dal campionato.

Queste le sue parole.

“Lavoriamo per mettere a posto le cose, speriamo di farcela, ci teniamo molto. La partita di ieri non è stata certamente una bella vetrina, non sono di Siena ma vivo qui e mi sento senese. Non è stata una cosa straordinaria, ma abbiamo fatto quello che ritenevamo corretto in questo momento di grande difficoltà per proteggere il titolo e il nome della società. Siamo in difficoltà ma lavoriamo per risolvere i problemi. Purtroppo a Siena non mi crede più nessuno. I Macchi in ogni caso vogliono restare a Siena. Ci sono arrivato 24 mesi fa, vorrei restare qua. Sono appassionato di Toscana, ci sono venuto a vivere 7 anni fa, sono legato sentimentalmente al territorio e mi piacerebbe restare. Però i cittadini non mi vogliono più. Gli striscioni dei tifosi? Hanno il dovere di rispondere con il loro cuore, non mi sento di criticare, io lo subisco ma continuo a lavorare. Ho chiesto ieri un appuntamento alla Fip e al presidente Petrucci. Aspetto l’eventuale convocazione, voglio dirgli che metteremo le cose a posto. Spero abbia occhio di riguardo non per noi o per i soci di maggioranza, ma per una città che tanto deve al basket. E anche leghe e la federazione devono tanto a Siena”.

Fonte: Radio Siena TV.

Commenta